Sunday, 20 October 2019 - 13:12
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Tagli alle Prefetture. D’Incà (M5S): “Niente trasloco per la Prefettura di Belluno e niente chiusura per le sezioni fallimentari, due buone notizie per il Bellunese”

Ott 9th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Federico D’Incà, deputato (M5S)

Chiusa la questione dei tagli alle Prefetture. Con il decreto legge firmato dal Ministro dell’Interno non si procederà a nessun trasloco per la Prefettura di Belluno. Ma per la Provincia di Belluno e per i cittadini c’è anche un’altra bella notizia: non ci sarà la soppressione delle sezioni fallimentari.

“Non ci sarà nessun trasloco della Prefettura di Belluno – interviene il deputato bellunese Federico D’Incà – Si tratta di una notizia importante per la cittadinanza e per gli addetti ai lavori che consente di mantenere un presidio forte dello Stato nel territorio, che si associa a quanto annunciato dal Ministro Bonafede nel corso del Congresso nazionale forense, dove ha espresso la sua contrarietà alla soppressione delle sezioni fallimentari locali”.

“Il Ministro della Giustizia ha quindi accolto le istanze pervenute dagli ordini degli avvocati e dei commercialisti – prosegue il parlamentare pentastellato – tra i quali anche quelli della nostra Provincia di Belluno che vedono con forte apprensione l’avvicinarsi della scadenza fissata a fine ottobre per la soppressione della sezione fallimentare del Tribunale di Belluno”.

“Sarebbe stata un duro colpo per i cittadini, per gli avvocati e per i fiscalisti che avrebbero dovuto sobbarcarsi ulteriori spese di viaggio, oltre a tutti i disagi connessi alla soppressione della sezione fallimentare del Tribunale di Belluno con l’accorpamento a quella di Treviso”.

“Bene quindi la decisione del Governo – conclude D’Incà – che ha manifestato attenzione e compreso le giuste istanze provenienti dalle comunità più periferiche del nostro Paese che avrebbero subito pesantemente le decisioni di razionalizzazione previste dalla legge n.115 del 19 ottobre 2017, contenente anche la riforma degli uffici giudiziari competenti in materia di procedure concorsuali”.

Share

Comments are closed.