13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 8, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Ambasciatori di Sala: parte dal Triveneto il progetto ideato per soddisfare il...

Ambasciatori di Sala: parte dal Triveneto il progetto ideato per soddisfare il cliente al ristorante. Presentazione oggi e domani a Padova

Un progetto innovativo, studiato per creare una nuova competenza di maître, e camerieri: la capacità di interpretare e gestire le emozioni in sala. Obiettivo: migliorare l’esperienza del cliente e aumentare la qualità dell’accoglienza italiana.

Tecnobar e Food Fiera di Padova Pad 5 stand 353

Sono tre imprenditori, due veneti e uno friulano, ad aver ideato un progetto di formazione innovativo. Ambasciatori di Sala è la nuova scuola, ideata per maître, camerieri e responsabili di pubblici esercizi, pensata per rispondere alle sfide del futuro per la ristorazione: far stare bene il cliente in ogni aspetto della sua esperienza, non solo nel piatto. Il percorso offrirà ai partecipanti la preparazione più adatta a questi cambiamenti, sfruttando contenuti didattici aggiornati alle più recenti scoperte nel campo delle neuroscienze, la disciplina che studia il funzionamento del cervello.

Il professionista Ambasciatore di Sala avrà una preparazione che lo renderà in grado di gestire le emozioni in sala, abbinato a capacità di comunicazione e gestualità uniche nel panorama attuale.

Le competenze relazionali sono sempre più strategiche per il ristorante; il responsabile del servizio in sala è un professionista delle relazioni in grado di far sentire bene il cliente e rende più coesa la sua squadra di lavoro. Un servizio frettoloso o scortese, infatti, è una delle prime motivazioni di giudizio negativo da parte del cliente. Un viso imbronciato o triste può ridurre la percezione qualitativa di un piatto o di un ambiente e questo si concretizza in un danno di immagine e ad un mancato guadagno per il ristoratore, l’albergatore o il gestore di qualsiasi pubblico esercizio.

Ambasciatori di Sala offre un percorso didattico ideato su misura per le esigenze di chi lavora, figura importante, capace di trasmettere l’identità della cucina così come il calore dell’accoglienza: Grazie a corsi dai contenuti innovativi, basati sulle più recenti scoperte scientifiche, l’Alta Scuola fornirà strumenti unici, efficaci, per aggiungere valore alla propria professionalità e ridurre lo stress collegato al lavoro.

Il progetto Ambasciatori di Sala nasce dall’unione di competenze complementari di tre professionisti, l’esperto di neuroscienze Matteo Rizzato, di Pordenone, Silvia Baratta, titolare dell’agenzia di comunicazione Gheusis, di Treviso, e Riccardo Penzo, editore ideatore del network Ristoranti Che Passione.

Informazioni  info@ambasciatoridisala.it www.ambasciatoridisala.it

Share
- Advertisment -



Popolari

Belluno Alpina e volontari collegano Nevegal e Valmorel dopo 65 anni. Dal Farra: “Bene puntare su Cortina, ma la Regione non dimentichi le Prealpi”

“Avanti decisi su Cortina, mondiali, olimpiadi, la viabilità del Cadore,...alle quali pensiamo sia necessario agganciare (con la concretizzazione di opere strategiche) le Prealpi, dove...

Escursionisti recuperati nella notte

Auronzo di Cadore (BL), 08 - 07 - 20   Ieri sera attorno alle 23 il Soccorso alpino di Auronzo è stato allertato per una...

Riflessioni sul Belvedere * di Nadia Forlin

E’ di questi giorni l’approvazione del progetto definitivo della quarta porta di accesso alla città vecchia di Feltre denominato il Belvedere, la terrazza che...

Bitfinex: svelato il mistero dietro il lancio di LEO

La rimonta di Bitfinex presso il pubblico cinese negli ultimi anni ha sorpreso non pochi degli investitori interessati alle criptovalute. L’exchange, infatti, non se...
Share