Monday, 21 October 2019 - 00:35
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Droga. Raffica di perquisizioni in città e provincia. I carabinieri sequestrano stupefacenti e refurtiva

Ott 2nd, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Negli giorni scorsi i carabinieri del Comando provinciale hanno portato a termine l’indagine “Ultimo treno” effettuando una serie di perquisizioni.
L’attività investigativa condotta dagli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia tesa a contrastare l’uso di stupefacenti in città era partita nel maggio del 2018 a seguito del rinvenimento nel parco cittadino, sito in zona Lambioi, di un cospicuo quantitativo di sostanza stupefacente, tipo “hashish”.
Da qui le indagini, coordinate sempre dalla Procura della Repubblica del capoluogo, svolte sia “sul campo”, con servizi di controllo e pedinamento, sia mediante intercettazioni telefoniche, che hanno portato all’individuazione di un “giro” di compravendita di sostanze stupefacenti che interessava l’intera provincia fino ad arrivare a Padova, luogo ove gli indagati si rifornivano delle sostanze stupefacenti da rivendere.

Sono 12 le perquisizioni eseguite dai 45 militari del Comando Provinciale Carabinieri di Belluno impegnanti nella fase esecutiva in tutta la provincia di Belluno e coadiuvati anche dai colleghi di Venezia e di Palermo.
Nel corso delle stesse, oltre ad essere sequestrati interessanti quantitativi di hashish e marijuana e diversi spinelli già pronti per essere consumati, anche bilancini di precisione, grinder e materiale per il confezionamento della stesso. Venivano altresì sequestrati computer, tablet, una trentina di cellulari adoperati per i “contatti”, di cui la provenienza e ora al vaglio degli inquirenti, innumerevoli schede SIM che venivano scambiati fra i diversi acquirenti.

Nell’occasione veniva inoltre trovato un PC di tipo “desktop”, asportato dalla biblioteca comunale di Agordo (BL), ed un ingente quantitativo di occhiali delle più prestigiose marche, sicuramente provento di attività illecite.
L’attività portava al deferimento di 3 persone per spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione di merce rubata, nonché alla segnalazione di 15 persone, quali assuntori di sostanze stupefacenti, alla locale Prefettura.

L’esito dell’operazione sottolinea ancora una volta l’attenzione che pone l’Arma dei carabinieri nel contrasto al narcotraffico, specialmente quando questo coinvolge i giovanissimi, vittime sempre più deboli di fronte alle dipendenze di alcool e droga.

Share

Comments are closed.