Tuesday, 22 October 2019 - 10:56
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Nuovo bando Fondo Comuni confinanti, 24 milioni per il 2019. Saviane: “Il mio impegno è quello di semplificare le procedure per evitare la presentazione di progetti specifici”

Set 27th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Paolo Saviane, senatore

Il Comitato Paritetico del Fondo Comuni Confinanti, presieduto dal neo presidente, senatore Paolo Saviane, ha approvato oggi 27 settembre, all’unanimità il nuovo bando finalizzato al finanziamento o cofinanziamento di interventi presentati dai comuni confinanti fino alla concorrenza di un importo massimo di euro 500.000 ciascuno. Le risorse disponibili, con scadenza 01 marzo 2019, ammontano a 24 milioni e sono riferite esclusivamente all’anno 2019 del FCC. Tale importo permette a tutti i 48 comuni di confine di poter accedere in pari misura al finanziamento dei progetti.

Novità del bando è la possibilità da parte dei comuni stessi, di abbinare l’annualità del 2019 alle precedenti non ancora utilizzate. “Questa opportunità va incontro a precise richieste che sono arrivate direttamente dai sindaci”, afferma il presidente Paolo Saviane

“Il mio impegno – continua il presidente – è cercare di semplificare il più possibile la materia. In quest’ottica si cercherà un accordo che permetta, per il bando 2020, di evitare da parte dei comuni, la presentazione di progetti specifici in modo tale da poter attingere al finanziamento senza una progettazione e poter procedere direttamente e più velocemente con gli interventi, che una volta eseguiti, richiederanno la rendicontazione in linea con il bando.

Oltre all’approvazione del bando 2019 si è proceduto a recepire da parte dei comuni, delle variazioni su progetti strategici di area vasta già presentati e finanziati, accogliendo tutte le richieste. La provincia di Belluno ha una disponibilità residua sulle passate annualità di oltre 7 milioni di euro.

Per quanto riguarda i progetti strategici, che hanno una disponibilità di 56 milioni l’anno, si stanno discutendo modalità e strategie per una efficace pianificazione. “In tal senso – conclude Saviane – sono in attesa di suggerimenti e proposte dal territorio in modo tale da poter valutare anche l’opportunità di accorpare più annualità.

Share

Comments are closed.