Tuesday, 20 November 2018 - 21:58

Il Nevegal può autofinanziarsi attraverso una concessione d’uso del piazzale * di Tomaso Pettazzi

Set 16th, 2018 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

“Penso che una soluzione per dare finanziamenti all’Alpe esista e sia praticabile, posto che già ora il Comune dà in “concessione d’uso” delle attività a soggetti privati.

Il Comune di Belluno potrebbe, ad esempio, affittare a canone ultra agevolato i piazzali del Nevegal all’Alpe, che potrebbe disegnare i parcheggi e porli a pagamento. Una soluzione attuata in quasi tutte le stazioni turistiche estive e invernali.

Ipotizzando incassi per soglie da 100 a 400 posteggi, da 2€ a mezza giornata a 4€ per la giornata intera, mediando tra week end e 5 gg infrasettimanali per 12 settimane,  l’incasso potrebbe sfiorare i 90.000 €.  Del resto a Lignano Sabbiadoro si paga 8€ la giornata intera o 0.9€ all’ora. Ad Arabba sono 4€ il giornaliero e 1€ all’ora. A Corvara i prezzi sono ancora superiori.

Considerando anche i costi, a Belluno nel 2016  per la segnaletica orizzontale ed il parcometro sono statispesi 6.600€.

Tomaso Pettazzi

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Rispetto la sua idea, ma sinceramente penso ai poveri fruitori del Nevegal. Già gli skipass hanno prezzi alti per i servizi offerti, figuriamoci se mettiamo a pagamento i parcheggi. Io sinceramente penso che l’area vada riqualificata da zero, smantellare gli impianti è il primo passo, creare nuove attrattive il secondo (downhill, parchi tematici, nordic walking, running, mountain bike, ski alp ecc…). E’ mai possibile che ogni anno sia la stessa solfa? Non voglio fare polemica sulla gestione, ma vorrei che si riflettesse sul fatto che ci sono fior fior di studi che attestano che le precipitazioni e dunque le nevicate, saranno sempre di meno. Ha senso curare una gamba rotta con il cerotto?

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.