Tuesday, 22 October 2019 - 10:35
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Test d’ingresso a Medicina. Bond: Basta con queste inutili modalità “gratta e vinci”, ci si adegui al resto d’Europa

Set 4th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sanità

Dario Bond, deputato

Nel giorno del test per l’ammissione ai corsi universitari di medicina, protesta degli studenti all’Università La Sapienza di Roma contro il numero chiuso nelle facoltà, soprattutto per i settori sanitari. A questa protesta, si aggiunge la voce del deputato di Forza Italia, Dario Bond: “Finiamola con le prove di ammissione che assomigliano ad un quiz televisivo o un gratta e vinci. Alla Sapienza, solo un candidato su sei supera la prova, e negli altri atenei i numeri sono simili, se non peggiori, mentre nel nostro Paese continuiamo a lamentare la presenza di dottori e specialisti”.
“Ogni anno, decine di migliaia di ragazzi vedono i loro sogni scontrarsi con queste prove: test complicatissimi, domande di logica e di cultura generale, che poco o nulla indicano sulle potenzialità dello studente”, continua Bond. “Finalmente dal Miur sembrano essersi accorti di questo problema e sembrano intenzionati ad aumentare i posti nelle facoltà a numero chiuso, ma è tardi”.
“Da una parte, si prospettano nuovi posti nei corsi universitari; dall’altra, si continua con esami contorti”, conclude Bond. “Il Ministro dell’Istruzione abbia il coraggio di copiare le buone pratiche portate avanti dagli altri Paesi europei, se veramente si vuole trovare una soluzione a una questione che si trascina da troppi anni”.

Share

Comments are closed.