Tuesday, 22 October 2019 - 11:28
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Transpelmo 2018, tris di Luca Cagnati

Set 1st, 2018 | By | Category: Prima Pagina, Sport, tempo libero

Su un percorso modificato per esigenze di sicurezza, l’azzurro della corsa in montagna vince per la terza volta consecutiva in Val di Zoldo. Tra le donne successo per Stephanie Jimenez. Cinquecento al via, più forti di pioggia, nebbia e freddo.

Luca Cagnati

Val di Zoldo (Dolomiti bellunesi), 1 settembre 2018 – È ancora Luca Cagnati a firmare la Traspelmo. Sabato 1 settembre l’agordino di Canale ha conquistato la terza vittoria consecutiva nell’evento della Val di Zoldo (Belluno). La manifestazione è stata caratterizzata da condizioni meteo difficili, con tanta pioggia e freddo sia nelle ore di vigilia sia poco prima della partenza, tanto che gli organizzatori hanno deciso di far disputare la gara sul percorso alternativo: 13 chilometri e 850 metri di dislivello positivo (altrettanto negativo) con partenza e arrivo a Palafavèra. Niente salita e discesa a Forcella Val d’Arcia, dunque, per garantire la sicurezza di concorrenti e personale lungo il percorso. Il percorso, pur ridotto, comunque nulla ha perso dal punto di vista tecnico, con salite e discese rese ancora più dure dal terreno bagnato e da ampi tratti di fango.

La gara, graziata nelle fasi iniziali da una schiarita, ha visto un terzetto caratterizzare le prime fasi: Luca Cagnati insieme all’altoatesino Alex Oberbacher, secondo lo scorso anno, e al trentino Daniele Felicetti. Dopo aver scollinato sulla prima salita Cagnati ha forzato, rimanendo solo e resistendo al ritorno del piemontese Gabriele Bacchion. Sul traguardo, primo Cagnati in 1h13’44”. Piazza d’onore per Bacchion, staccato di 46″ e Oberbacher a completare il podio con 1’0″di distacco. Tra le donne, dominio di Stephanie Jimenez. 1h33’04” il riscontro cronometrico. Sul podio anche Martina Cumerlato e Sabrina Viel, staccate di oltre 5′.

Le interviste – «Bello vincere qui per il terzo anno consecutivo» dice il vincitore Luca Cagnati. «Gli organizzatori sono stati bravi a trovare un percorso alternativo a quello originale, un tracciato che a me è piaciuto più di quello originale perché si adatta meglio alle mie caratteristiche. Non ho avuto una grandissima giornata, ho faticato tanto nella prima salita, poi sono riuscito a prendere un po’ di vantaggio in discesa e ho gestito. Arrivederci al prossimo anno».

«Bravi gli organizzatori ad allestire un tracciato di riserva» dice Stephanie Jimenez, vincitrice della gara femminile. «In partenza ero un po’ preoccupata perché le mie distanze sono più lunghe. Ho dato tutto e ho vinto bene».

«Le condizioni meteo della vigilia erano proibitive e siamo stati costretti a dirottare la gara sul percorso alternativo. Nonostante questo, abbiamo avuto cinquecento persone al via (600 gli iscritti ndr)» dicono Andrea Cero ed Eris Costa, del comitato organizzatore. «Abbiamo fatto i salti mortali per garantire la gara e di questo siamo grati a tutti i volontari».

Le graduatorie – Classifica femminile: 1. Stephanie Jimenez 1h33.04; 2. Martina Cumerlato 1h38.14; 3. Sabrina Viel (Cervo Ugo & figli snc) 1h40.06; 4. Elisa Presa (Sci Cai Schio) 1h40.17; 5. Erica Turi (Marciatori Calalzo) 1h40.55; 6. Martina Brustolon 1h41.43; 7. Alice Perenzin 1h44.57; 8. Tina Sbrissa (Tornado) 1h46.21; 9. Silvia De Col 1h47.09; 10. Gertraud Tasser (Laufclub Pustertal) 1h50.28. Classifica maschile: 1. Luca Cagnati (Team Hoka One One) 1h13.44; 2. Gabriele Bacchion (Tornado) 1h14.28; 3. Alex Oberbacher (Tornado) 1h14.45; 4. Daniele Felicetti (Team Dynafit) 1h14.55; 5. Gianpietro Barattin (Alpago Tornado run) 1h17.33; 6. Elia Costa (Atletica Zoldo) 1h17.33; 7. Mattia Tanara (Team Scott) 1h19.51; 8. Filippo Beccari 1h20.02; 9. Andrea Pozzer 1h23.12; 10. Igor Palla (Vigili del Fuoco) 1h23.37; 11. Luca Mosena 1h23.50; 12. Francesco Tanara (Team KmSport) 1h25.07; 13. Tommaso Tessaro 1h25.22; 14. Jacopo Ganz 1h26.30; 15. Simone Zanella (Atletica Valdobbiadene) 1h27.45.

La Junior race – A Palafavera ieri mattina si è svolta anche la seconda edizione della Transpelmo Junior race, gara su tracciato ridotto (600 oppure 1200 metri) riservata agli under 12. Numero di concorrenti ridotto a causa del maltempo ma grande impegno e divertimento da parte di tutti. Nella categoria Pitus (Pulcini 0-6 anni) i più veloci sono stati Amelie Lazzarin e Pietro Cordella, nella categoria Skirate (Scoiattoli, 7-9 anni) Eva Calchera e Jacopo Costantin, tra i Liore (Lepri, 10-12 anni) Stefano Sacchet.

Share

Comments are closed.