Wednesday, 17 July 2019 - 02:26

Il Veneto legge. Le storie di montagna lette dagli stessi protagonisti. Giovedì sera ore 20,30 al Palazzo Poli De Pol a San Pietro di Cadore, maratona di letture di montagna

Ago 22nd, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Una serata dedicata alla lettura, alla montagna, alle persone ed alle attività che consentono ancora oggi di vivere nelle terre alte.
Organizzata dall’Amministrazione comunale di San Pietro di Cadore nell’ambito dell’iniziativa regionale “Il Veneto legge”, in quel cammino definito “fase di riscaldamento” in vista della Maratona di lettura prevista per 28 settembre 2018”, si terrà domani (23 agosto 2018), alle ore 20,30 una serata di letture dedicata alle Storie della nostra gente: economia, arte e cultura.
L’appuntamento è a Palazzo Poli De Pol, con il patrocinio della Regione Veneto, del Ministero dell’Università e della Ricerca e dall’Aib, Associazione italiana Biblioteche sezione del Veneto.

Stefano Vietina

Le letture saranno tratte da alcuni libri che il giornalista Stefano Vietina ha dedicato alla montagna ed ai suoi protagonisti, ed in particolare: “Storie di uomini e imprese che fanno vivere la montagna” (Padova, Arco Edizioni, 2011, pagg. 232, euro 10,00); “Io vivo in montagna” (Padova, Arco Edizioni, 2013, pagg. 308, euro 12,00); “Vivere e lavorare in montagna” (Padova, Arco Edizioni, 2017, pagg. 320, euro 16,00); “Il ricordo e l’emozione. A 30 anni dalle prime vacanze di Papa Giovanni Paolo II in Comelico e Cadore” (Padova, Arco Edizioni, 2017, pagg. 174, euro 15,00).

A leggere saranno alcuni degli stessi protagonisti di queste storie, accompagnati dalla fisarmonica di Ennio Del Fabbro:
Alfia Pomarè, la cuoca del Papa;
Roberto De Pol, l’uomo del legno vecchio;
Daniele David, lo spazzacamino;
Lorenzo De Candido, l’uomo che vive con le api;
Chiara Stano, la nutrizionista della Bioteka
Sara Comis, l’iridologa della Bioteka
Carlo Pomaré, il direttore d’albergo

Infine Stefano Vietina leggerà un ricordo di Walter De Martin, il boscaiolo del terzo millennio nonché direttore della Scuola Sci di Padola, prematuramente scomparso due anni fa.

Share

Comments are closed.