Tuesday, 20 November 2018 - 21:33

Venerdì e domenica nel Chiostro di Palazzo Fulcis jazz originale e Bach “ricomposto” per fisarmonica con la Scuola “Miari”

Ago 16th, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

Chiostro Palazzo Fulcis

Dopo il successo del primo appuntamento, continua la proposta concertistica della Scuola Comunale di Musica “Antonio Miari” all’interno di “Ferragosto e dintorni”, rassegna di eventi alla sesta edizione che il Comune di Belluno in collaborazione con l’associazione “Officine della Cultura” organizza per i cittadini e i turisti nel periodo centrale di agosto. L’istituto musicale del territorio, gestito dal Conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza, ha puntato sulla qualità e la varietà, offrendo un panorama di generi e sonorità originali, anche quando il repertorio è di tradizione classica. L’ingresso è gratuito.

Il primo dei due prossimi appuntamenti targati “Miari” a svolgersi nel chiostro del settecentesco Palazzo Fulcis, sede del Museo Civico bellunese, è in programma per venerdì 17 agosto alle 21 e vedrà l’esibizione della formazione jazz Joe Pisto Trio. Joe Pisto (voce, chitarra), Simone Serafini (contrabbasso) e Marco Frattini (batteria) sono tre musicisti che indipendentemente vantano titoli, carriere professionali e collaborazioni ai più alti livelli e che nella formula trio hanno trovato un proprio linguaggio in grado di mettere in risalto le composizioni e la figura del leader e allo stesso tempo di distinguersi per carattere sonoro. Il repertorio, come si è detto, prevede brani originali, unitamente all’esecuzione dei più noti standard del genere rivisitati unendo la tradizione afro-americana a quella contemporanea. Joe Pisto è un cantante, chitarrista e compositore con una singolare abilità nell’uso della voce e della chitarra, strumenti inscindibili della sua personalità artistica. La sua vocalità, che fa uso di tecniche come lo scat, si muove tra jazz, soul e sperimentazione, con un’attenzione particolare al ritmo e alle dinamiche. Nel 2008 ha vinto il Primo Premio al “Concorso Internazionale per Solisti Jazz” di Monaco (Francia). Ha suonato e collaborato, fra gli altri, con: Eumir Deodato, Jeff Berlin, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Roberto Gatto. Simone Serafini, bassista, contrabbassista, compositore e didatta si è diplomato in contrabbasso classico. Ha vinto diversi “primi premi” tra cui la Targa Tenco 2014 con il disco “Penisolati” di Loris Vescovo. Collabora con molti musicisti della scena jazzistica e non, tra cui Franco Cerri, Francesco Bearzatti, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Pietro Tonolo e Gegè Telesforo. Come bassista e contrabbassista è presente in più di 80 pubblicazioni discografiche. Marco Frattini comincia giovanissimo lo studio della batteria. Si perfeziona nel linguaggio jazzistico sotto la guida di grandi maestri in Italia (con Massimo Manzi, Maxx Furian, Christian Meyer) e all’estero frequentando master di alto livello di perfezionamento (con Jimmy Cobb, Buster Williams, Benny Golson) e presso il Berklee College of Music ed il New England Conservatory di Boston (con Bob Moses, Terri Lyne Carrington, Skip Hadden, John Ramsay). Ha collaborato con Pietro Tonolo, George Garzone e Howard Levy.

L’ultimo concerto al Fulcis promosso dalla “Miari” per “Ferragosto e dintorni” si terrà domenica 19 alle 21 con Gilberto Meneghin e le Variazioni Goldberg, BWV 988 di Johann Sebastian Bach nella versione per fisarmonica. Meneghin trascrive per ricomporre: ricomporre il senso e l’intenzione, ma con la nuova veste della fisarmonica. Una coesione tra l’antica idea e il moderno “arnese” musicale.

Ecco l’intento che dà vita a queste particolari Variazioni Goldberg, immaginando come Bach potesse averle concepite avendo a disposizione le peculiarità di questo strumento. Gilberto Meneghin si è diplomato in Fisarmonica Classica con il massimo dei voti e la lode ed in Musica Corale e Direzione di Coro. Svolge attività concertistica sia come solista che come componente di formazioni cameristiche. Ha collaborato ed eseguito prime assolute di importanti compositori italiani quali Ennio Morricone, Paolo Ugoletti, Andrea Talmelli, Massimo Priori, Mario Pagotto, Rolando Lucchi, Gianmartino Durighello, Francesco Schweizer, Fabrizio Festa. Egli stesso è attivo, inoltre, come compositore ed arrangiatore.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

In caso di maltempo il concerto si terrà nel Salone al primo piano di Palazzo Fulcis.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.