Tuesday, 21 August 2018 - 18:23

Azzalin (PD): “L’ossessione identitaria della Lega sfocia nel ridicolo: le famiglie hanno bisogno di servizi per l’infanzia, non di bandiere di San Marco”

Ago 10th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Graziano Azzalin – consigliere regionale Pd

Venezia, 10 agosto 2018  –  “La fantasia propagandistica della Lega tocca vette impensabili. Dopo le leggi identitarie si sentiva proprio il bisogno di una bandiera veneta per i nuovi nati. Mancano i soldi per le scuole paritarie, che anche con l’assestamento hanno ottenuto solo briciole e per i bisogni della prima infanzia, ma noi regaliamo alle famiglie delle bandiere perché siano orgogliose di essere venete. Immagino facciano i salti di gioia”. Così il consigliere regionale del Partito Democratico Graziano Azzalin commenta la proposta di legge del vicecapogruppo della Lista Zaia Gabriele Michieletto.

“Sarebbe curioso sapere se verrà consegnata a tutti i nuovi ‘veneti’, viste le posizioni della Lega sullo Ius Soli… È l’ennesima trovata propagandistica per mascherare l’assenza di progettualità, gli scranni del Consiglio vengono utilizzati davvero in modo proficuo. In una regione con un calo significativo delle nascite le famiglie hanno bisogno di risposte, non di folclore. Nell’ultimo bilancio avevamo proposto l’introduzione di una mini Irpef per i redditi superiori ai 75mila euro con cui finanziare anche gli asili nido, un impegno da due milioni per garantire la riduzione delle rette per almeno mille bambini. Magari però Michieletto avrebbe preferito spenderli in bandiere col Leone di San Marco. In ogni caso gli consiglio di aggiornarsi: con Salvini il Nord e la Padania sono spariti, prima gli italiani. Quindi, se proprio vuole, regali ai nuovi nati un tricolore”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.