Saturday, 20 July 2019 - 03:40

Al bellunese Luigi Fant il premio “Vita da Sarto” assegnato a Roma dall’Accademia nazionale dei sartori

Ago 8th, 2018 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

Ancora un riconoscimento per il Maestro sartore bellunese, Luigi Fant. In questi giorni ha ricevuto a Roma dall’Accademia nazionale dei sartori il premio “Vita da Sarto”, il massimo titolo che l’ente riserva a chi si è particolarmente distinto nel settore.
Questa la motivazione: “In virtù del grande impegno, umano e professionale con cui si è dedicato a professare e insegnare, con scrupolosa coscienza della più pura tradizione, l’arte del vestire e gli altri valori artistici e tecnici dell’artigianato sartoriale italiano”.

Luigi Fant effettivamente ha dedicato la sua vita alla sartoria, all’abito su misura da uomo e da donna. E’ tuttora in attività – benché ultra ottantenne – ed è presidente provinciale del mestiere Sarti di Confartigianato Belluno, mentre i suoi inizi professionali partono nel 1955 quando, dopo aver frequentato corsi professionalizzanti, subentra nella sartoria del padre (avviata ancora nel 1923), e proseguita, anche con la collaborazione della sorella Pierina, scomparsa nei giorni scorsi.
E’ uomo che non resta chiuso tra i muri del laboratorio, bensì presto prende la strada delle passerelle di Roma, Parigi e Sanremo e di concorsi di settore, tra cui il Festival internazionale della moda a Sanremo, ottenendo negli anni riconoscimenti per il Suo operato, accanto a famosi sarti romani e milanesi. Negli anni partecipa, inoltre, a molte edizioni di importanti manifestazioni come: “Stile Accademia – Fontane Romane”, Festival dei due mondi di Spoleto e Congressi mondiali dei Maestri Sarti, a cui ha partecipato ben 9 volte, l’ultima delle quali lo scorso anno a Taiwan, mentre è già pronto per la prossima edizione che si terrà a Verona nel 2019. E’ accademico Sartore dal 1984, mentre è suo l’abito da montagna che il Papa Giovanni Paolo II indossò quando il 26 agosto 1979 salì sulla Marmolada, così come altri suoi abiti sono stati in copertina di riviste specializzate. E’ reduce dalla sfilata a Roma “Arte Sartoriale 2018” a Roma a Villa Miani, dove ha presentato un tailleur da donna con gonna lunga e giacca un bottone gioiello in lana e seta. Grande è il suo impegno anche nel tramandare la tradizione sartoriale, dedicando tempo alla formazione di nuove generazioni con interventi nelle scuole.

Ma la sartoria non è il suo solo interesse. Grazie agli studi musicali seguiti fin da bambino, per 57 anni consecutivamente è stato l’organista della pieve di Limana, accompagnando all’organo tutte le funzioni domenicali e le cerimonie.
“E’ un premio che mi onora – afferma il Maestro sartore Luigi Fant – e che mi gratifica per una vita dedicata alla sartoria, una passione alimentata giorno dopo giorno ancor oggi, malgrado l’età. Un premio che dedico a mia sorella, anima, assieme a me, dell’azienda che sto portando avanti da oltre sessant’anni e dei capi che da qui sono finora usciti, compreso quello che ha sfilato a Roma a Villa Miani”.

Share

Comments are closed.