Saturday, 20 July 2019 - 02:57

L’alpino Beniamino Sandon, reduce di Russia, è andato avanti

Ago 5th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Beniamino Sandon, di 98 anni, se n’è andato, o meglio, è “andato avanti” come dicono gli alpini.

Reduce di Russia, portava con orgoglio quel cappello alpino che lo accompagnò durante tutta la sua lunga vita da adulto. Durante la Campagna di Russia fu ferito in un combattimento. “ Al nostro ritorno ci stava aspettando una mitragliatrice nemica che falciò letteralmente la nostra squadra. Al mio fianco cadde mortalmente il mio compaesano Albino Comiotto. A me andò meglio. Una pallottola mi entrò dalla bocca e ne uscì dall’alta parte. Caddi sul ghiaccio e ciò fermò l’emorragia. I miei commilitoni non avendo niente a disposizione per evitare l’infezione, presero un fildiferro dal reticolato e lo scaldarono e lo passarono arroventato per il foro della pallottola e così mi salvai”.

Così, commosso, il Capo Gruppo dell’ANA di Mel Aldo Mastelotto ha ricordato, dopo la cerimonia funebre sul sagrato della Chiesa di Mel, le parole che raccolse qualche anno fa da Beniamino Saldon. Ricordi di un reduce ancora lucidi, pieni di tristezza e di partecipazione.
Hanno reso onore alla salma i numerosi gagliardetti dei Gruppi Alpini e delle rappresentanze d’arma.

Ha portato il saluto ai famigliari e ai presenti il presidente della Sezione Alpini di Belluno Angelo Dal Borgo che ha affermato: Caro Beniamino, credo, che tutti noi abbiamo ancora vivo il ricordo di una settimana fa quando hai salutato la tua amata sposa. Tu Reduce di Russia che hai sopportato tante battaglie e difficoltà, forse questa volta non hai retto. Poco più di un mese fa eravamo qui a Mel per renderti onore e dirti grazie per i tuoi insegnamenti e per i tuoi esempi con un attestato di benemerenza voluto dal Gruppo Alpini di Mel. Ora te ne vai a ritrovare la tua sposa. Buon viaggio Beniamino e grazie di tutto.

Share

Comments are closed.