Saturday, 19 October 2019 - 12:03
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Verifica della vulnerabilità sismica e progettazione di interventi di adeguamento antisismico: il Comune di Feltre si aggiudica un contributo di 240 mila euro per otto edifici

Ago 2nd, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Enrica De Paulis e Adis Zatta

Bel colpo, in termini finanziari, ma soprattutto legato alla sicurezza negli edifici scolastici, quello messo a segno dal Comune di Feltre che è risultato assegnatario dei finanziamenti del MIUR e del Dipartimento Casa Italia, finalizzati alla verifica di vulnerabilità sismica e alla progettazione di interventi di adeguamento antisismico, per otto edifici scolastici di proprietà comunale: le scuole interessate sono, nello specifico, le scuole d’infanzia di Anzù, Vignui e Villabruna, il nuovo blocco della scuola d’infanzia e primaria di Mugnai, le scuole primarie di Foen, Nemeggio e Villabruna, e, ancora, la palestra della scuola Vittorino da Feltre. Escluse per il momento dai finanziamenti la scuola primaria di Farra-Boscariz e la scuola d’infanzia di Pasquer, in quanto edifici relativamente recenti.
Per la Provincia di Belluno risultano beneficiari dei contributi solamente 4 Comuni oltre a Feltre: Sedico, Cesiomaggiore, Seren del Grappa e Trichiana, per un totale di 16 scuole di cui la metà, 8 appunto, nel Comune di Feltre. Beneficeranno dei contributi anche 8 edifici di proprietà della Provincia, di cui 4- anche in questo caso la metà – nel Comune di Feltre: si tratta dell’IPIA “Carlo Rizzarda”, dell’ ITC “Andrea Colotti”, del liceo “Dal Piaz” e dell’Istituto Agrario “Della Lucia”. Sono quindi complessivamente 12 gli edifici scolastici di Feltre per i quali è possibile avviare le verifica di vulnerabilità sismica e successivamente la progettazione degli interventi di adeguamento sismico.

L’ammontare del contributo è stato ottenuto basandosi sulle tabelle che sono indicate nel bando, seguendo 4 precisi criteri: vetustà degli edifici, quota di cofinanziamento (il Comune di Feltre parteciperà alla spesa per una quota-parte tra il 20 e il 25%), appartenenza alla zona sismica 1 o 2 (quella in cui è ricompreso il Comune di Feltre) e tipologia costruttiva e di progettazione.

“Davvero una bella notizia, commenta l’assessore ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile Adis Zatta; dall’ inizio del primo mandato abbiamo puntato molto sulla lotta al dissesto idrogeologico e a un piano di interventi per mitigare il rischio sismico: il contributo ottenuto dal MIUR ci mette nelle condizioni di provvedere, nell’arco di alcuni mesi, alle analisi necessarie per poter accedere in seguito ai finanziamenti necessari per poter intervenire sulla base delle situazioni di vulnerabilità che emergeranno dalle analisi specifiche.

“Gli interventi sono corposi, aggiunge la dirigente del settore Gestione del Territorio Enrica De Paulis, che segue la partita sul piano tecnico: per i futuri lavori di adeguamento sismico sulle 8 scuole in questione si può stimare una necessità di risorse per circa 3 milioni di euro. Ora abbiamo gli strumenti per fare una mappatura precisa della situazione. Approfittando dell’ultimo mese di vacanze, in cui le scuole sono chiuse, cominceremo con le analisi già da lunedì prossimo con l’edificio di Vignui, per passare subito dopo a quello di Foen”.

Share

Comments are closed.