Tuesday, 21 August 2018 - 21:36

Giustizia. Bond: “Serve una proroga per la messa a norma della Sala intercettazioni del Tribunale”

Lug 18th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Società, Istituzioni

Palazzo di giustizia – Belluno

“Serve una proroga per consentire al Tribunale di Belluno di reperire le risorse ed il tempo necessario per indire la gara per la realizzazione delle opere necessarie per la messa a norma della sala intercettazioni”: a chiederlo, con un’interrogazione al Ministro della Giustizia, è il deputato di Forza Italia, Dario Bond, affiancato dai colleghi veneti Piergiorgio Cortelazzo e Raffaele Baratto e dal friulano Roberto Novelli.
“Il 26 gennaio scorso è entrata in vigore la riforma della disciplina delle intercettazioni” ricorda Bond “che prevede il deposito delle conversazioni e delle comunicazioni, oltre che dei relativi atti, presso un archivio riservato. Questo archivio dovrà presentare particolari garanzie di sicurezza, si parla addirittura di grate alle finestre e cristalli antisfondamento, e sarà gestito «sotto la direzione e la sorveglianza del procuratore della Repubblica, con modalità tali da assicurare la tutela del segreto». Inoltre, si dovranno prevedere anche sale di ascolto che garantiscano il massimo della riservatezza”.

Dario Bond

Tutto questo, rileva Bond, comporta costi non facilmente sostenibili da tutte i tribunali italiani: “Secondo il procuratore della Repubblica di Belluno, Paolo Luca, sarebbero necessari 52 mila euro per adeguare il palazzo di giustizia, ma ci sarebbe tempo solo fino al 26 luglio per indire una regolare gara d’appalto e realizzare i lavori necessari: in particolare, sono necessarie opere edilizie e interventi all’impianto elettrico. Sebbene le competenze siano passate al Ministero, la struttura rimane di proprietà del Comune di Belluno, e sarà quindi necessario anche un passaggio con il sindaco e l’amministrazione”.
Vista l’importanza della questione e il poco tempo rimasto, quindi, Bond interroga il ministro chiedendo “quali iniziative intenda adottare per venire incontro alle oggettive difficoltà che sta incontrando il Tribunale di Belluno e se non sia, quindi, il caso di prevedere una proroga per consentire di reperire le risorse necessarie ed aver il tempo necessario per indire la gara per la realizzazione delle opere richieste per adeguare le strutture dell’immobile”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.