Monday, 26 August 2019 - 11:08
direttore responsabile Roberto De Nart

Maltempo del 12 giugno a Feltre: segnalazioni di danni per 1 milione di euro complessivi. Di cui 750 mila da privati ed attività produttive

Giu 26th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Adis Zatta, assessore

Il Comune di Feltre ha inoltrato oggi alla Regione del Veneto i moduli raccolti da aziende e privati cittadini, relativi alla ricognizione dei danni causati dall’ondata di maltempo e dalla fortissima grandinata dello scorso 12 giugno. All’indomani del violentissimo evento atmosferico, il sindaco di Feltre Paolo Perenzin aveva inviato a Venezia la richiesta dello stato di crisi, prontamente controfirmata dal presidente della Regione Luca Zaia.

Conclusa la raccolta dei moduli attraverso i quali le imprese e i cittadini potevano segnalare i danni strutturali subiti a seguito del maltempo, che la Regione del Veneto ha considerato ammissibili a ricognizione (e sulla base dei quali sarà chiesto al governo lo stanziamento dei fondi), il Comune di Feltre ha inoltrato oggi a Venezia la relazione con il computo totale delle stime di danno. Ebbene, dai privati sono arrivati oltre 350 moduli di segnalazione, per un ammontare complessivo di 750 mila euro. Di questi, 100 mila si riferiscono a danni al patrimonio immobile dei privati (abitazioni e fabbricati), 170 mila ai beni mobili (autovetture e altri automezzi), mentre 480 mila sono i danni segnalati dalle attività produttive.
Nella stessa occasione del 12 giugno rilevanti erano stati, come si ricorderà, anche i danni subiti dal patrimonio pubblico comunale, relativi a strade, palazzi storici, edifici e mezzi. Per questi, effettuata una stima dettagliata e specifica, il Comune ha inviato oggi alla Regione un modulo di ricognizione pari a 250 mila euro.

“L’evento è stato di portata certamente eccezionale, come testimoniano le moltissime segnalazioni di danni consegnate in questi giorni ai nostri uffici”, sottolinea l’assessore alla protezione civile Adis Zatta, che aggiunge: “Abbiamo raccolto anche quelle provenienti dai cittadini residenti in altri comuni e che si trovavano a Feltre con la propria vettura. Come già sottolineato, va precisato che si tratta di una ricognizione preliminare dei danni a cui dovrà seguire, auspicabilmente, uno stanziamento governativo, ma non vi è certezza né dei risarcimenti, né della loro misura, né dei tempi necessari. Seguiremo comunque la partita, affinché sia il Comune che i cittadini danneggiati dal maltempo possano avere ristoro delle loro perdite”.

Share

Comments are closed.