13.9 C
Belluno
sabato, Aprile 4, 2020
Home Cronaca/Politica Nuova ondata di forte maltempo nella notte a Feltre. Il sindaco Perenzin...

Nuova ondata di forte maltempo nella notte a Feltre. Il sindaco Perenzin chiede lo stato di crisi: “Finanziato il progetto per Villabruna, acceleriamo per arrivare all’esecuzione dei lavori entro il 2019”

Paolo Perenzin – sindaco di Feltre

Feltre, 22 giugno 2018  –  La parte nord-est del territorio comunale di Feltre è stata interessata la scorsa notte da un temporale di forte intensità che ha causato disagi, allagamenti a scantinati e garage e alcuni danni. Le zone più colpite sono risultate quelle comprese tra le frazioni di Villabruna, Arson e Lasen. A Villabruna, in particolare, l’acqua scesa in paese ha invaso i seminterrati di alcune abitazioni ed esercizi commerciali. Un canale è esondato anche ad Arson, mentre a Lasen del materiale è sceso lungo via Rodoloi; gravi conseguenze anche alla strada sopra l’abitato, in località Mutten; allagato un tratto di via Salgarda, con danni alla strada vecchia di Arson che serve alcune abitazioni.

Tecnici e operai del Comune sono usciti con pala meccanica, spazzatrice e camion per la rimozione dei materiali danneggiati di primo mattino, soprattutto nella frazione di Villabruna. Ripristinata in breve tempo la viabilità ordinaria, mentre sono proseguiti più a lungo i lavori di spostamento dei materiali e di messa in sicurezza della zona e per tutto il giorno quelli di ripristino della strada vecchia di Arson.
E proprio la frazione di Villabruna, che vive una situazione di fragilità idrogeologica emersa nel giugno del 2016, è al centro, in particolar modo, dell’attenzione dell’amministrazione comunale, che ha contattato immediatamente la proprietà di alcuni terreni a monte dell’abitato, con cui da tempo è in atto un dialogo per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e per l’eliminazione di eventi come quello verificatosi nelle scorse ore.

“ Non minimizziamo quanto accaduto stanotte, commenta il sindaco di Feltre Paolo Perenzin; dall’evento del 2016 si sono susseguiti purtroppo altri fatti del genere, anche se fortunatamente meno gravi, e capiamo il disagio degli abitanti. Stiamo però lavorando per accorciare il più possibile i tempi che porteranno ad una soluzione del problema, noto e dibattuto – anche negli incontri frazionali- da tempo. Lo scorso 24 maggio è stato approvato il finanziamento di 500 mila euro, a valere sul Fondo per i Comuni di Confine, che consentirà di realizzare la condotta di scarico delle acque. Puntiamo ad accelerare il più possibile l’iter per arrivare all’esecuzione dei lavori entro il 2019”.
E oggi la proprietà della maggior parte dei terreni a monte dell’abitato di Villabruna ha confermato la disponibilità a realizzare in proprio conto le opere di scolmatura, le fossi di guardia e gli argini che consentiranno poi di far convogliare le acque superficiali, appunto, nella nuova condotta comunale. Una soluzione “combinata” che dovrebbe ridurre sensibilmente – se non eliminare del tutto – il problema.

“Resta il tema di un territorio, quello del comune di Feltre – fragile e dalle molte criticità, come testimoniano anche gli eventi di questi giorni”, conclude il sindaco Perenzin. “Siamo tuttavia impegnati in una politica di medio e lungo respiro per la mitigazione dei rischi idrogeologici, che rappresenta una delle assolute priorità del nostro mandato”.
Il Comune, parimenti a quanto accaduto dopo l’ondata di maltempo e la grandinata dello scorso 12 giugno, ha deciso di chiedere alla Regione del Veneto lo stato di crisi.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cassazione: no al riconoscimento del neonato a coppia di mamme gay

Niente riconoscimento per la coppia di mamme gay del figlio concepito all’estero con la fecondazione assistita ma nato in Italia. Lo ha stabilito la Corte...

Videoconferenza della Prefettura. Massima attenzione agli spostamenti, sospesi gli allenamenti degli atleti, restrizioni ai mercati

Si è tenuta oggi pomeriggio, in videoconferenza, una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, con...

Belluno: Buoni spesa, 264 richieste nella prima giornata. Ricevute domande per oltre 40mila euro

Sono state 264 le richieste di accesso ai buoni spesa arrivate al Comune di Belluno nella prima giornata. Di queste, 225 sono state compilate online,...

Controlli agli spostamenti. L’appello di De Carlo a Prefettura e Questura: “Contrastare l’arrivo di turisti delle seconde case”

“Non vogliamo che il desiderio di ritrovarsi con la famiglia a Pasqua e di farsi una bella escursione sulle Dolomiti a Pasquetta rovinino un...
Share