13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 25, 2020
Home Cronaca/Politica Palazzo ex Banca d'Italia, via allo studio commerciale. Chemello: "Un giardino pedonale con...

Palazzo ex Banca d’Italia, via allo studio commerciale. Chemello: “Un giardino pedonale con attività economiche che siano punto di attrazione”

Massaro, Chemello, Francavilla

Un “parco commerciale” pedonale che dal Palazzo dell’ex Banca d’Italia si estenderà fino a Palazzo Bembo e all’ex Ospedale: questo il progetto della F&C Project, illustrato questa mattina in Sala Giunta a Palazzo Rosso; per trovare le attività adatte, è già in fase di realizzazione uno studio, affidato alla società CBRE impegnata a livello mondiale nella consulenza commerciale.
«C’è enorme soddisfazione per un progetto che segue la nostra politica di rigenerazione e di rivalorizzazione socio-economica delle aree abbandonate. – commenta il Sindaco, Jacopo Massaro – Una soddisfazione ancora più grande perché questa iniziativa nasce spontaneamente dal coraggio di due imprenditori, senza essere legata a bandi o contributi pubblici. Come Comune, faremo di tutto per essere vicino agli imprenditori che vogliono avviare operazioni virtuose, in grado di accrescere la capacità attrattiva della nostra città».
È toccato poi ai soci di F&C Project, Claudio Francavilla e Roberto Chemello, illustrare il progetto: «Rivitalizziamo un’area importante ed interessante. – ha spiegato Francavilla – Belluno è la vera porta delle Dolomiti, e a noi fa piacere farne parte». «Restituiamo una parte di quello che questa città ci ha dato; Belluno ha bisogno di coraggio, perché ha i numeri per crescere e possono esserci soddisfazioni e risultati», gli ha fatto eco Chemello.
L’idea è quella di «realizzare un giardino pedonale con attività economiche che siano punto di attrazione, per rivitalizzare il commercio del centro. – ha spiegato poi Chemello – La società di consulenza sta lavorando a livello veneto per trovare le soluzioni più opportune e gli “inquilini” adatti a quest’area commerciale».
Lo studio dovrebbe essere ultimato entro agosto e sarà consegnato anche al Comune di Belluno: «Questo sarà un documento importante sul quale ragionare durante la realizzazione del nuovo Piano di Assetto Territoriale», ha commentato Massaro.
L’ex Banca d’Italia si estende su 4300 mq ed è composto da due sezioni: il salone, il caveau e le vetrine fronte piazza (destinati a zona commerciale), e il palazzo, esteso su quattro piani e un sottotetto.
«Una volta ottenuti i risultati dallo studio di consulenza, – ha concluso Chemello – inizierà la fase di progettazione e confronto con il Comune di Belluno e la Sovrintendenza. Il nostro obbiettivo è quello di ottimizzare i tempi del nuovo cantiere con quello già in essere nell’area sopra il parcheggio Caffi».
La prima scadenza, intanto, è fissata per la metà di agosto quando, passati i 60 giorni dal rogito previsti dalla legge, la F&C Project entrerà definitivamente in possesso dello stabile.

Share
- Advertisment -

Popolari

Frontale auto moto nella galleria del Vajont

E' successo nel pomeriggio di oggi, domenica 24 maggio, nella galleria che costeggia la diga del Vajont, nel Comune di Erto e Casso. Un motociclista...

Protezione civile del Veneto: ecco i numeri dell’emergenza covid-19

107.550 giornate/uomo di lavoro donate alla collettività, pari a un valore economico di 23.661.000 euro. Sono queste le straordinarie macrocifre che sintetizzano l’attività finora svolta...

Parte anche a Belluno il Progetto pomodoro

Venerdì 22 maggio, giornata internazionale dedicata alla biodiversità, ha ufficialmente preso il via un interessante progetto di sperimentazione e miglioramento genetico in campo del pomodoro anche...

Grave un anziano rinvenuto a Fastro di Arsié

Arsiè (BL), 24 - 05 - 20  - Attorno alle 8.30 la Centrale del 118 è stata allertata da alcuni passanti che avano rinvenuto...
Share