13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 25, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Belluno Leggendaria: dieci nuove leggende per raccontare la città

Belluno Leggendaria: dieci nuove leggende per raccontare la città

Belluno, 19 giugno 2018  –  Saranno presentati domani sera (mercoledì 20) alle 18.30 in Sala Consiglio il libretto e la mappa di “Belluno Leggendaria”, ideati dalle classi terze delle scuole primarie di Badilet, Cavarzano, Chiesurazza, Fiammoi, Gabelli, Giamosa, Mur di Cadola e Mussoi, e realizzati da Tadalab (Marta Azzalini, Valentina Gregato e Paola Nard), con grafica e illustrazioni curate da Marta Mellere.

Valentina Tomasi, assessore

«È un modo nuovo per far conoscere la nostra città e la sua storia ai più piccoli: – spiega l’assessore alle politiche educative e dell’istruzione, Valentina Tomasi – nella mappa, sono indicati dieci luoghi “leggendari” e, per ognuno di questi, i bambini hanno inventato una storia sulle sue origini che si potrà leggere nel volumetto allegato».
Perchè Palazzo Rosso è proprio di quel colore? Qual è il segreto della fontana di Piazza dei Martiri? Che storia c’è dietro i 13 alberi del Parco Città di Bologna? Queste e altre le storie inventate dai piccoli: «Le tradizionali leggende bellunese, dall’Om Selvarech a il Re Laurino, dal Mazarol all’arrivo dei cavalli nelle Dolomiti, sono state la “base”, l’ispirazione per i piccoli per continuare il racconto leggendario della nostra città. – spiega Tomasi – Da queste storie, ogni classe ha poi costruito la sua storia, grazie all’aiuto delle maestre che si sono impegnate con amore in questa operazione».

Dieci i luoghi raccontati: oltre ai tre citati prima, ci sono Borgo Prà, il Teatro Comunale, Piazza delle Erbe, il Parco di Lambioi, il Duomo, il Cinema Italia e il Parco di Via del Piave.
«Questo progetto rientra tra le tante attività della Belluno dei bambini. – conclude Tomasi – Ogni anno, portiamo avanti dei percorsi che valorizzino il territorio e rendano “curiosa” la città per i bambini: lo abbiamo fatto con la Festa del Borgo, a Borgo Piave, poche settimane fa, e lo scorso anno con la guida del Fulcis per i più piccoli, ed ora con questo. Coinvolgere direttamente i bambini nella vita attiva della loro città, imparare a conoscerla, per noi significa “metterli al centro”, responsabilizzandoli e facendoli sentire realmente parte viva della comunità».
Domani sera la presentazione ufficiale, alla presenza dei piccoli autori, degli insegnanti e dei genitori.

Share
- Advertisment -

Popolari

Frontale auto moto nella galleria del Vajont

E' successo nel pomeriggio di oggi, domenica 24 maggio, nella galleria che costeggia la diga del Vajont, nel Comune di Erto e Casso. Un motociclista...

Protezione civile del Veneto: ecco i numeri dell’emergenza covid-19

107.550 giornate/uomo di lavoro donate alla collettività, pari a un valore economico di 23.661.000 euro. Sono queste le straordinarie macrocifre che sintetizzano l’attività finora svolta...

Parte anche a Belluno il Progetto pomodoro

Venerdì 22 maggio, giornata internazionale dedicata alla biodiversità, ha ufficialmente preso il via un interessante progetto di sperimentazione e miglioramento genetico in campo del pomodoro anche...

Grave un anziano rinvenuto a Fastro di Arsié

Arsiè (BL), 24 - 05 - 20  - Attorno alle 8.30 la Centrale del 118 è stata allertata da alcuni passanti che avano rinvenuto...
Share