Friday, 17 August 2018 - 21:36

Sarto per signora. Sabato e domenica alle 21 a Mel il debutto per il Gruppo teatrale zumellese

Giu 13th, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Si chiude con un doppio appuntamento il XXXI Maggio Teatrale Zumellese, sabato e domenica nella palestra delle Scuole Medie di Mel alle ore 21:00 va in scena la Compagnia di casa con un nuovo spettacolo, “Sarto per signora” di Georges Feydeau. Con le vicende di un medico libertino che diventa sarto per nascondere i propri tradimenti alla giovane moglie.

Poco più di dieci anni fa, i componenti che allora formavano il Gruppo Teatrale Zumellese decisero di
lasciare la strada che tante soddisfazioni aveva portato, ovvero quella delle commedie dialettali di autori veneti
meno noti al grande pubblico (Gallina, Rocca, Palmieri). Per il nuovo spettacolo furono affrontati due atti unici
di Dario Fo e da allora, ogni qualvolta si presentassero l’urgenza e la voglia di un nuovo allestimento, la
questione era sempre la solita: tornare alle commedie dialettali o provare a cimentarsi nuovamente con un
testo in lingua? La stessa scena si ripropose lo scorso autunno, nel momento in cui chiara era l’intenzione di
dare un seguito al fortunato “Il matrimonio…nella buona e nella cattiva sorte”: con buona pace dei fautori del
ritorno al passato e al dialetto, prevalse la linea che proponeva un testo, sì, classico, ma in lingua e di un autore
mai affrontato nella oltre trentennale storia del Gruppo.

Ecco dunque, tornando ai giorni nostri, il debutto del nuovo allestimento, “Sarto per signora” di Georges Feydeau, previsto per sabato 16 giugno (con replica domenica 17) a degna conclusione della trentunesima edizione della rassegna “Maggio Teatrale Zumellese”.
I dieci attori coinvolti si cimenteranno quindi in una rappresentazione per certi versi complessa, ma di
uno spessore inconfondibile, forti della preziosa e speciale collaborazione in fase di allestimento di Paolo
Martinazzo. In scena le vicissitudini del Dottor Moulineaux, da sempre libertino e da poco marito della giovine
Yvonne, che si lascia trasportare dalle avventure amorose con Susanna, moglie del generale in pensione
Auben. L’amico Bassinet lo aiuta a trovare l’alcova in un vecchio appartamentino che era stato il laboratorio di
una sarta a Parigi. Nel disperato tentativo di sistemare l’intricata faccenda interviene persino la Suocera, la
signora Aigreville, ma all’improvviso compare anche una vecchia amante del tempo dell’università, Rosa
Pichenette. Nello svolgersi dei fatti, conditi da scambi d’identità, sotterfugi, equivoci e amori segreti, nasce
spontaneo un dubbio: riuscirà il protagonista a tornare a praticare la professione di medico o continuerà ad
essere sarto libertino? Forse, alla fine il pubblico arriverà alla verità.
I personaggi dell’opera sono quelli tipici della commedia degli equivoci. E in effetti, in “Sarto per
signora” le incomprensioni, casuali e volute, non mancano di certo. Feydeau preparava i suoi testi secondo
schemi geometrici in cui le uscite e le entrate, gli incontri impossibili, le false scoperte, i rimandi e le
coincidenze, disegnavano figure impeccabili. Ma la follia catastrofica senza senso rivelava alla fine sulla scena
un crollo totale dei valori. L’attualità dell’autore è davanti anche agli occhi del pubblico di oggi che, rivedendo i
suoi vaudevilles, non li considera affatto come figli di un’epoca determinata, passata e superata, ma coglie in
essi una relazione con il presente e con la società odierna.

Musiche e luci sono curate dal Samuele Busana, i costumi sono ad opera di Delia Pauletti e Giulietta
Tremea, mentre in scena ci saranno: Alessandro Marcer, Ilaria Scarton, Giancarlo Dal Mut, Renato De Mari,
Anna Gallon, Elena Tormen, Paolo Da Rold, Maria Grazia Monestier, Barbara Gallon ed Erika Dal Magro.

Lo spettacolo avrà luogo nella Palestra delle Scuole Medie di Mel alle ore 21:00, per ulteriori informazioni e
per prenotazioni è possibile contattare il Gruppo Teatrale Zumellese al seguente recapito e-mail:
teatrozumellese@gmail.com (biglietti: € 8,00 intero; € 4,00).

Share

Comments are closed.