Friday, 17 August 2018 - 09:36

Purito Rodriguez, Bettini, Pellizzotti. Un fine settimana di grande ciclismo a Feltre. In 4.000 in arrivo da 30 paesi del mondo

Giu 12th, 2018 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

Cala il sipario sulla 24 ore Castelli24h e si alza quello sulla gran fondo 24. Sportful Dolomiti Race in programma domenica 17 giugno. Il prologo sarà l’apertura dell’Expo come antipasto venerdì 15 giugno alle 12 in palaghiaccio a Feltre.

Una trentina gli espositori che presenteranno ogni genere di prodotti legati al mondo della bicicletta con i brand più quotati a livello internazionale.

La 24 ore si è chiusa con grande successo, di pubblico e di meteo. In questi giorni continuano ad arrivare messaggi di ringraziamento al comitato organizzatore, non è passato inosservato in particolare quello del gruppo bolognese dell’Asd CREVALCORESE (vincitore della classifica riservata alle squadre che schieravano atleti tutti tesserati nella stessa società) che hanno ringraziato gli organizzatori ma anche i FELTRINI per la calorosa e inaspettata ospitalità.

“Volevo farvi i complimenti per l’eccellente organizzazione – scrive Maurizio Corsini, responsabile della squadra – Siete stati impeccabili, chiudere quasi 2 km di un paese in quella maniera e con tutti i servizi comunque vicino è stata veramente organizzata alla perfezione abbiamo avuto anche dei feedback da parte dei negozianti / bar di Feltre che hanno detto che ci ospitano anche tutte le settimane per una manifestazione del genere. Siamo rimasti esterrefatti perché da noi solitamente dopo una gara così non ti vogliono più vedere perché gli hai dato fastidio. A Feltre siete proprio della bella gente. Torneremo sicuramente”.

Di 24 ore si sentirà parlare ancora, anzi si leggerà nel numero di sabato 16 giugno di SPORT WEEK la rivista speciale abbinata il sabato alla Gazzetta dello Sport.

E sempre parlando di Gazzetta dello Sport, il quotidiano dedicherà uno SPECIALE DI 4 PAGINE alla Sportful Dolomiti Race venerdì 15 giugno.

Purito Rodriguez, Bettini e Pellizzotti

C’è grande attesa per la giornata di sabato 16 giugno. Al via della 19. MINI GRAN FONDO SPORTFUL – FRANCO BALLERINI ci saranno infatti tre campioni: Joachim “Purito” RODRIGUEZ, Paolo BETTINI e Franco PELLIZZOTTI.

Purito ha pubblicato proprio in questi giorni un video in cui invita tutti i suoi fans a venire a Feltre a trovarlo e a pedalare con lui la gran fondo di domenica. Tutti e tre pedaleranno con i bambini della Mini gran Fondo e poi si porteranno in palaghiaccio per la sessione di Meet&Greet: dalle 17 saranno a disposizione per fotografie, selfie e autografi nell’hospitality Sportful.

I numeri confermano che la granfondo di Feltre, nel cuore delle Dolomiti Unesco e porta del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, calamita gli appassionati di ciclismo da tutto il pianeta: sono 30 i paesi rappresentati quest’anno con amatori arrivati persino da ISRAELE, BOGOTA’, GIAPPONE, RUSSIA, CANADA, UCRAINA. La quota di stranieri maggiore arriva da Germania, Olanda, Gran Bretagna, Ungheria, Polonia e Belgio. In totale sono quasi 500 gli stranieri che arriveranno a Feltre da ogni parte del mondo, rappresentando i 5 continenti.

Sono 1546 le società che da tutta Italia hanno propri ciclisti che correranno a Feltre, circa 300, invece, i ciclisti cui dovremo rilasciare la tessera giornaliera perché non appartengono a nessuna società e non è escluso quindi che questa sia l’unica o una delle poche gran fondo cui partecipano durante l’anno.

Quasi 300 le DONNE, rispetto al totale degli iscritti. Per loro per la prima volta nella storia della gran fondo l’azienda SPORTFUL ha voluto avere un occhio di riguardo creando una MAGLIA AD HOC, tutta al femminile: taglio e grafica.

Tra gli iscritti ricompare per il 24mo anno Alberto CARRETTA, di Torri di Quartesolo (Vicenza): la sua storia ormai è leggenda! Ha partecipato a tutte le edizioni, durante una delle prime ha conosciuto la moglie, sovramontina doc …Sovramonte è la località dove c’è l’ultimo ristoro della gran fondo. Grazie alla granfondo feltrina è scoppiato l’amore, si sono sposati e ora hanno due figlie. E Alberto non perde più edizione, per motivi di cuore e di riconoscenza!

Scorrendo gli iscritti compare Dario CADORIN, classe ’38 di Cornuda…una vecchia conoscenza di Feltre, purtroppo per lui dovrà ripiegare sul Medio (133km per 3.050mt di dislivello) che per difficoltà è pari se non superiore ad un lungo di qualsiasi altra gran fondo. Ma il regolamento federale pone un tetto di 65 anni per partecipare al percorso gran fondo.

SICUREZZA e PASSI CHIUSI

Il Pedale Feltrino si conferma tra i comitati organizzatori più attenti alla SICUREZZA in gara.

Anche quest’anno, grazie alla preziosa collaborazione con le Amministrazioni comunali e Provinciali del TRENTINO, i passi saranno CHIUSI per il transito dei ciclisti (il Manghen per 6 ore, il Rolle per 3 ore, il Croce d’Aune per 6 ore).

Sono circa 45 i MEZZI del servizio SANITARIO (per un totale di quasi 100 tra medici e infermieri impiegati) che seguiranno come angeli custodi i ciclisti in gara con 10 moto sanitarie, 20 auto con equipaggi sanitari e 15 ambulanze in posti fissi e mobili nel cuore della gran fondo.

Grandissima attenzione sarà data al Passo MANGHEN con personale ASA (che segnaleranno i punti radio soccorso) ogni tot metri a garanzia di un intervento puntuale e immediato. Nello stile Pedale Feltrino.

Lungo i percorsi ci sono circa 500 ASA a presidio degli incroci e dei punti pericolosi, per loro lo staff della cucina (50 persone coordinate da uno chef della scuola alberghiera locale) preparano oltre 1.000 panini che verranno distribuiti da due squadre che partono prima dei ciclisti per fare il giro di consegne del “pacco merenda”.

Un’altra squadra speciale parte in coda ai ciclisti per…PULIRE i passi laddove i grandi cestoni delle “ecozone” non sono stati presi bene di mira dai granfondisti che sono talvolta un po’ maleducati e gettano le carte per terra. Abbiamo dovuto creare due SQUADRE DI “SPAZZINI” per rendere al territorio l’ambiente pulito che c’era prima della granfondo.

Il tutto sarà gestito dal CENTRO DI COORDINAMENTO mezzi-sanità-scope allestito n Piazza Maggiore, monitorato tutto grazie alla strumentazione GPS installata in ogni mezzo (circa 95) dell’organizzazione che darà l’esatta posizione di tutti gli equipaggi in qualsiasi momento.

IN DIRETTA CON IL MONDO

Oltre 9.000 connessioni durante la diretta streaming dell’edizione scorsa. E’ sembrato un buon motivo per riproporre anche il 17 giugno la Diretta Streaming dal cuore della granfondo a tutti coloro che si collegheranno via web attraverso lo speciale canale che sarà promosso via www.gfsportful.it e pagina Facebook.

In Piazza Maggiore, nel loggiato del municipio, sarà creato uno STUDIO da cui Paolo MEI (la voce del Giro d’Italia) gestirà la diretta con interviste a campioni, personaggi, autorità e ciclisti in gara.

IL GIRO D’ITALIA A FELTRE

Anche se non è transitata per Feltre, la Corsa Rosa sarà a Feltre grazie a WOLFIE: passeggerà per le vie della città, in mezzo ai mini ciclisti sabato alla Mini Gran Fondo Sportful e poi al palaghiaccio la simpatica mascotte del Giro d’Italia. Speriamo che sia anche benaugurante visto che nel 2019 la granfondo festeggia i 25 anni sognando una tappa lungo il percorso della Sportful Dolomiti Race.

MUSICA E SPORT PER IL TURISMO

Il ciclismo va a braccetto con la musica che per il settimo anno farà di Feltre il cuore pulsante del FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA MUSICA. Dalle 19 alla mezzanotte passeggiare per le strade della città sarà ancora più bello. Ci saranno gli allestimenti colorati della granfondo e tra archi gonfiabili si potrà ascoltare musica di ogni genere grazie ai 180 artisti che offriranno ai turisti e agli ospiti ciclisti ogni genere di musica.

Share

Comments are closed.