Thursday, 21 November 2019 - 13:16
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Una domanda all’Isbrec

Apr 25th, 2018 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

La promessa fatta a mia madre cerco di mantenerla ed anche quest’anno pongo la domanda all’Isbrec di Belluno, Istituto Storico Bellunese della Resistenza e dell’Età Contemporanea. Quando avrete il coraggio di fare chiarezza sulla morte di Enrica, stuprata ed uccisa, aveva 17 anni e tanta voglia di vivere, ma aveva la colpa di essere bella tanto bella ed un partigiano (medaglia d’oro) voleva averla. E ai suoi ripetuti no il mostro decise che quella ragazza fosse una spia dei tedeschi ed andava punita.

Come lei in quei giorni a Belluno venivano uccise:
Luigina Sommacal Belluno
Giuseppina Tironi Fonzaso
Maria Borgato, maestra, Vallada
Le sorelle De Vecchi Longarone
Nella Pieri Bus de la Lum (in attesa del secondo figlio)
Donne che avevano la colpa di essere madri, figlie, mogli di fascisti.
Non aggiungo altro. Se non, che piaccia o non piaccia, per queste donne porterò un fiore in un luogo simbolo di Belluno!

Titti Monteleone

Share

Comments are closed.