13.9 C
Belluno
domenica, Luglio 5, 2020
Home Cronaca/Politica Ideal Standard. Preoccupazione dei sindacati dopo l'uscita di Roccasecca dal gruppo. De...

Ideal Standard. Preoccupazione dei sindacati dopo l’uscita di Roccasecca dal gruppo. De Menech: «L’impegno di tutti ha contribuito a risollevare l’azienda»

 

Roger De Menech, deputato Pd

Belluno, 20 Aprile 2018 _ «Non vanificare i sacrifici dei sindacati, dei lavoratori e degli amministratori locali». È l’invito del deputato bellunese Roger De Menech ai dirigenti di Ideal Standard. Nello stabilimento di Trichiana rimangono alte l’attenzione e la preoccupazione dopo l’uscita dal gruppo dell’impianto di Roccasecca (Frosinone).

«In questi ultimi anni», ricorda De Menech, «tutti ci siamo impegnati per salvaguardare il sito di Trichiana, mantenerne la capacità produttiva e assicurargli un futuro. Il sindacato, sia le Rsu sia la federazione provinciale e regionale, hanno avuto la lucidità di instaurare un dialogo proficuo con la proprietà; i lavoratori hanno sacrificato parte dei loro compensi per aumentare la produttività ed evitare licenziamenti; gli enti locali, in particolare la Provincia e il Comune di Trichiana hanno fornito i servizi e il supporto richiesto; il governo, infine, negli anni ha seguito le vicende del gruppo ed è intervenuto concedendo misure straordinarie come la Cassa Integrazione nei momenti di crisi più accentuata».

La produzione è tornata a crescere, la qualità è rimasta alta, dice il deputato, «il gruppo belga ha sempre avuto la possibilità di dialogare proficuamente con il governo italiano. Mi auguro che gli impegni, i sacrifici e gli interventi fatti contribuiscano a rendere più solido il rapporto tra l’azienda e il territorio. Come in passato, rimango a disposizione dei sindacati, dei lavoratori e degli amministratori locali per ogni attività di raccordo con il governo nel caso ce ne fosse bisogno».

Share
- Advertisment -



Popolari

Giornata di pulizia in Nevegal, 40 volontari in azione sui sentieri

Grande successo per l'iniziativa di sfalcio e pulizia dei sentieri del Nevegal, che questa mattina ha raccolto ben 40 volontari che dalle 7.30 fino...

Code in Alemagna, Padrin: «Nell’estate della montagna non possiamo permetterci di perdere turisti per colpa degli ingorghi»

«Non possiamo più sopportare gli ingorghi del traffico. In un’estate che potrebbe essere quella giusta per la nostra montagna, non possiamo permetterci il rischio...

Due interventi in montagna

Alle 13.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sorgenti del Piave, a Sappada (UD), dove un ciclista era...

Aumenta il rischio di contagio coronavirus. Lunedì una nuova ordinanza Zaia con regole più restrittive

Torna l’allarme contagio. Nelle vicine Slovenia, Serbia e Croazia il virus ha ripreso la sua corsa e i contagi sono aumentati. Non va meglio...
Share