13.9 C
Belluno
sabato, Luglio 4, 2020
Home Cronaca/Politica Banche. Bond: "Al via l'osservatorio sul credito veneto. Difendiamo cittadini e aziende"

Banche. Bond: “Al via l’osservatorio sul credito veneto. Difendiamo cittadini e aziende”

Venezia, 20 aprile 2018  –  “Oggi abbiamo posto le basi per un osservatorio, una cabina di regia, sul credito veneto. Dopo il crac delle banche popolari, il peggio deve ancora venire, e la politica deve difendere i cittadini e le imprese”: questo l’annuncio del deputato di Forza Italia, Dario Bond, al termine del vertice in Prefettura a Venezia di questa mattina.
“Il tema del credito per le nostre famiglie e le nostre imprese è ancora caldissimo”, spiega Bond: “presto potrebbero partire circa 287mila esecuzioni che potrebbero stravolgere l’economia regionale. Il mondo della politica deve difendere i veneti e il mondo delle imprese venete, a rischio c’è la loro sopravvivenza e la loro stessa vita: dopo aver perso i propri risparmi, i cittadini sono in preda alla disperazione e molte aziende rischiano di non avere futuro”.
Stato e Regione, per Bond, devono fare la loro parte in questa battaglia: “Il fondo istituito nella scorsa legislatura va finanziato e potenziato e deve partire il prima possibile. Questa è una battaglia che dobbiamo portare avanti come rappresentanti veneti, senza distinguo di bandiera, e per questo abbiamo coinvolto anche i rappresentanti dell’intergruppo parlamentare. L’obbiettivo è troppo importante e dobbiamo tutti spingere nella stessa direzione”.
All’incontro con il Prefetto di Venezia, Carlo Boffi, oltre a Bond erano presenti il collega deputato di Forza Italia, Andrea Baratto, il senatore del Partito Democratico, Andrea Ferrazzi, il direttore di Bankitalia del Veneto e i rappresentanti delle associazioni degli azionisti di Popolare di Vicenza e di Veneto Banca.

Share
- Advertisment -



Popolari

Giornata di pulizia in Nevegal, 40 volontari in azione sui sentieri

Grande successo per l'iniziativa di sfalcio e pulizia dei sentieri del Nevegal, che questa mattina ha raccolto ben 40 volontari che dalle 7.30 fino...

Code in Alemagna, Padrin: «Nell’estate della montagna non possiamo permetterci di perdere turisti per colpa degli ingorghi»

«Non possiamo più sopportare gli ingorghi del traffico. In un’estate che potrebbe essere quella giusta per la nostra montagna, non possiamo permetterci il rischio...

Due interventi in montagna

Alle 13.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sorgenti del Piave, a Sappada (UD), dove un ciclista era...

Aumenta il rischio di contagio coronavirus. Lunedì una nuova ordinanza Zaia con regole più restrittive

Torna l’allarme contagio. Nelle vicine Slovenia, Serbia e Croazia il virus ha ripreso la sua corsa e i contagi sono aumentati. Non va meglio...
Share