Tuesday, 16 October 2018 - 16:50

Frammenti d’arte in Valbelluna. A Mel dal 23 aprile al 16 maggio

Apr 19th, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Conoscere la storia del nostro territorio e gli artisti che vi hanno operato è il punto di partenza per la valorizzazione delle nostre ricchezze artistico-culturali che, assieme a quelle paesaggistiche, costituiscono un patrimonio unico al mondo.
Nell’ambito dell’iniziativa Frammenti d’arte in Valbelluna, edizione 2018 che prenderà il via nel mese di maggio, le associazioni culturali “Gli amici di Cesana”, “Fenice. Arte, cultura e spettacoli”, il Circolo “Promozione cultura” di Mel ed il Gruppo RaccontArte propongono a tutti gli appassionati di storia e arte locale un ciclo di conferenze tematiche che potranno aiutarci ad osservare con maggiore attenzione ed apprezzare i particolari di chiese, dipinti e affreschi; testimoni della storia e dei protagonisti del nostro passato.

Mel

Gli incontri aperti a tutti si terranno presso il Palazzo delle Contesse di Mel alle ore 20.30 , questo il programma :
Lunedì 23 aprile “I pittori Vecellio a Lentiai, Mel e dintorni” dott. ssa Letizia Lonzi
Lunedì 30 aprile “La pittura veneta dell’ottocento” prof.ssa Attilia Troian
Lunedi 7 maggio “La chiesa come spazio pubblico nel seicento. Eventi dall’archivio storico di Mel” prof. Gigi Corazzol
Mercoledì 16 maggio Presentazione del volume “I grandi spadai feltrini e bellunesi” di Michele Vello e Fabrizio Tonin a cura di A.D.S. FISAS.
L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Mel.

Letizia Lonzi
Laureata in Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Udine, ha appena conseguito il titolo di Dottore di ricerca alla Scuola Dottorale interateneo in Storia delle Arti di Verona-Venezia con un progetto sui Vecellio che ha anche vinto il primo premio “Contessa Bellati De Cia”. Collabora con la Diocesi di Belluno-Feltre come catalogatore e membro del Comitato Scientifico del Museo Diocesano di Feltre, con la rivista “Archivio Storico Belluno Feltre Cadore” e con altre istituzioni museali e culturali dedicando i suoi studi alla pittura, alla scultura e all’oreficeria di ambito bellunese. Svolge attività come Operatore del Turismo Religioso e ha al suo attivo numerose pubblicazioni su riviste scientifiche.

Share

Comments are closed.