Wednesday, 13 November 2019 - 07:45
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Truffavano gli alberghi di lusso di Cortina. Denunciati dalla Squadra Mobile e dal Commissariato di Cortina d’Ampezzo 5 cittadini italiani

Apr 17th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Volante della polizia a Cortina d’Ampezzo

Cortina d’Ampezzo, 17 aprile 2018  –  La Polizia di Stato, a seguito ad un’articolata indagine coordinata dal sostituto procuratore Marco Faion, ha denunciato cinque persone per truffa aggravata continuata e indebito utilizzo di carte di pagamento in concorso, oltre al delitto di falsità ideologica commessa da privati.

Molteplici sono state le denunce di titolari e rappresentanti di alberghi e residence di lusso a Cortina d’Ampezzo a partire dal mese di dicembre, che hanno portato a complesse indagini condotte in sinergia dal Commissariato di Cortina e dalla Squadra Mobile, a mezzo di accertamenti bancari ed incroci di numeri di telefono, traffici telefonici e prenotazioni. Rilevante è il danno patrimoniale perpetrato.

Gli indagati, mobili sul territorio nazionale ma dimoranti in alcuni mesi dell’anno a Cortina, risultano provenienti da Sassari, Roma, Milano e sono coinvolti a vario titolo nelle attività fraudolente che riguardano il periodo tra ottobre 2017 e gennaio 2018.

La tecnica era collaudata, gli indagati utilizzavano in maniera massiccia i codici di carte di credito straniere carpiti in modo fraudolento per i soggiorni nelle strutture più esclusive di Cortina. Le prenotazioni avvenivano direttamente nel sito degli alberghi oppure tramite booking.com. Inoltre sono stati accertati acquisti di beni di consumo su vari siti internet. Le vittime scoprivano la truffa solo dopo dei mesi poiché le transazioni non andavano a buon fine.

Alcune perquisizione domiciliari, eseguite con la collaborazione delle Squadre Mobili di Roma e Sassari, hanno permesso di sequestrare pc, cellulari, schede sim anche straniere e fatture di acquisti effettuati su internet.

Share

Comments are closed.