Wednesday, 18 July 2018 - 18:24

Servizio “Sicurezza e Soccorso in Montagna” della Polizia di Stato.  Presentati i dati alla Fiera Prowinter di Bolzano

Apr 12th, 2018 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

 

Moena, 12 aprile 2018. Anche quest’anno, a chiusura della stagione invernale, la Polizia di Stato ha inteso diffondere i dati relativi all’attività svolta dai propri uomini nei comprensori sciistici dell’intero territorio italiano..

Presso la Fiera di Bolzano, nell’ambito della manifestazione denominata Prowinter 2018, il Direttore del Centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato di Moena (TN) Dott. Vittorio Zamparelli, ha illustrato i compiti della Scuola ed i risultati conseguiti.

La fiera Prowinter è stata ritenuta sede particolarmente adatta perché comunemente riconosciuta come sede delle innovazioni e delle idee che gravitano sugli sport e le attività che si svolgono sui campi da sci e nelle stazioni invernali.

Nella stagione appena conclusasi la Polizia di Stato ha posto sul territorio un dispositivo complessivo di 194 unità in 53 stazioni sciistiche su tutto il territorio nazionale. Il dato evidenzia una lieve incremento rispetto all’anno precedente nonostante i molteplici impegni che vedono la Polizia di Stato intensamente impegnata su fronti quali il fenomeno migratorio e la prevenzione del terrorismo internazionale. Gli operatori, come di consueto, prima di iniziare il servizio, hanno frequentato un breve corso di aggiornamento presso il Centro Addestramento Alpino di Moena ( TN) incentrato sulle novità normative, sulla prevenzione e sui rilievi degli incidenti e sul primo soccorso. Nella circostanza il personale è stato equipaggiato di tutti i materiali per il migliore svolgimento del servizio e perla tutela della propria incolumità personale. Gli operatori sono stati quindi aggregati presso gli Uffici Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico delle tredici Questure di riferimento ed hanno svolto il loro impegnativo servizio sotto il coordinamento tecnico del Centro.

Un protocollo d’intesa siglato tra il Capo della Polizia di Stato Prefetto Gabrielli ed il suo omologo polacco, ha consentito di realizzare, nel corso della stagione, alcuni pattugliamenti congiunti nelle località in cui è stata maggiore la presenza di turisti dell’Est., Iniziativa che avendo riscosso il favore dei turisti e degli stessi gestori degli impianti già lo scorso anno, quest’anno nella stazione sciistica di Madonna di Campiglio si è protratta per l’intero mese di febbraio e per un periodo leggermente più breve nelle stazioni delle valli di di Fiemme e Fassa.

Assai numerose sono state le collaborazioni espletate da personale del Centro in occasione delle più importanti competizioni sciistiche nel Trentino e quelle svolte in favore di associazioni di promozione degli sport invernali per i diversamente abili.

Anche grazie ad una stagione che non ha lesinato nelle precipitazioni nevose, le presenze sulle piste da sci hanno registrato dati interessanti. Anche gli interventi effettuati dagli operatori hanno raggiunto un ragguardevole numero, circa 16000 (15701) tenendo in considerazione il fatto che non tutte le stazioni ove la Polizia svolge il servizio sono chiuse e i dati definitivi si avranno a fine mese.

Gli incidenti con lesioni colpose sono stati n.1706 ( in calo rispetto alla precedente stagione); gli interventi che hanno richiesti l’arrivo dell’elisoccorso sono stati 519 (in calo rispetto alla precedente stagione); gli interventi in valanga 26 (in aumento rispetto alla precedente stagione); le denunce ricevute 100 (in calo rispetto alla precedente stagione); le sanzioni amministrative elevate 532(in aumento rispetto alla precedente stagione); le persone denunciate 131(in aumento rispetto alla precedente stagione); persona arrestate 3.

In 19 casi è stato fatto ricorso all’uso del defibrillatore e in 2 casi il soggetto in stato di malore ha ripreso conoscenza ed è stato salvato.

Share

Comments are closed.