13.9 C
Belluno
venerdì, Giugno 5, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti La Piave, in onda domenica 15 aprile su Rai Uno a Linea...

La Piave, in onda domenica 15 aprile su Rai Uno a Linea Verde

Museo del Piave

Dopo la puntata del programma Easy Driver del 18 febbraio, quella di Linea Bianca del 12 marzo e la messa in onda su Quarto Grado del Musal, il Museo Albino Luciani di Canale d’Agordo, di domenica scorsa, tocca ora alla trasmissione Linea Verde.
La puntata del programma di Rai1 che da oltre mezzo secolo racconta l’agricoltura italiana e le sue eccellenze si intitola “Grande Guerra: dal Monte Grappa alla Valle del Piave” e andrà in onda domenica 15 aprile alle ore 12,20, mettendo in evidenza le eccellenze bellunesi in campo storico, ma anche paesaggistico ed enogastronomico.

I conduttori del programma Daniela Ferolla e Patrizio Roversi faranno vivere ai telespettatori un viaggio con partenza dal Monte Grappa per poi passare al Museo del Piave Vincenzo Colognese di Caorera, i cui reperti storici sono interamente dedicati alla Grande Guerra, passando per le storiche aziende Lattebusche e Le Crode, rispettivamente eccellenze del settore lattiero caseario e di quello delle grappe e distillati, per effettuare infine un sorvolo della Valle del Piave e un tratto della Ciclabile del Piave, il percorso dedicato agli appassionati delle due ruote che collega le sorgenti del Piave alla sua foce situata a Jesolo.
L’iniziativa fa parte del progetto per la visibilità mediatica della provincia di Belluno messo in piedi dal Consorzio dei Comuni BIM Piave, Lattebusche s.c.a. e dal Consorzio Dolomiti. Assieme hanno condiviso le esigenze del territorio bellunese in termini di necessità di comunicazione e di gap di visibilità di cui lo stesso soffre e hanno deciso di cooperare per promuovere e far conoscere il territorio provinciale nei suoi caratteri più uniformi e coerenti, partendo dalle sue eccellenze e dalle sue prerogative caratterizzanti.

«Dall’inizio del progetto dedicato alla promozione della provincia di Belluno riscontriamo un bilancio positivo a 360° sia per la nostra azienda, per la quale è stata sicuramente un’importante vetrina, ma soprattutto per l’intero territorio, nel quale noi lavoriamo da sempre per una crescita armonica fatta di sostenibilità, collaborazione con gli enti locali, cura e rispetto per l’ambiente che ci circonda» sottolinea Matteo Bortoli, responsabile marketing Lattebusche. «Possiamo quindi considerare il territorio bellunese come un ambiente dal patrimonio paesaggistico ed enogastronomico di primo livello, dove l’ambiente curato rappresenta un’ottima meta per il turismo e un territorio sano in cui vivere».

Share
- Advertisment -

Popolari

Il coronavirus ridimensiona il Blues&Soul Festival di San Vito di Cadore ad una sola giornata

La manifestazione è costretta, per questa 19ma edizione, a rinunciare alla solita formula itinerante, confidando di poter concentrare il tutto in una sola giornata. Tutta...

Incidente alla cartiera di Santa Giustina: operaio ustionato da un getto d’acqua bollente

Incidente sul lavoro questa mattina all'interno dello stabilimento cartiere "Reno de Medici" di Santa Giustina. D.R. operaio 28enne residente a Santa Giustina, è stato...

Contributi ai comitati provinciali e consorzi pro loco del Veneto

Venezia, 4 giugno 2020  -  La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore al turismo Federico Caner, ha approvato il bando 2020 per la...

Busta con polvere sospetta al sindaco di Treviso. De Carlo: “Solidarietà personale e di Fratelli d’Italia. Sindaci sempre in prima linea”

"Tutta la solidarietà, personale come cittadino e come sindaco, e di Fratelli d'Italia al Sindaco di Treviso Mario Conte, oggetto dell'ennesimo, patetico, tentativo di...
Share