Friday, 21 September 2018 - 19:27

Cortina 2021. Bond: “La cabina di regia sia bellunese. Meno burocrazia e più autonomia”

Mar 28th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Troppa burocrazia, centralizzata, che non ascolta le necessità del territorio: il deputato di Forza Italia, Dario Bond, lancia l’allarme in tema di infrastrutture per i mondiali di sci alpino di Cortina 2021 e chiede che le decisioni vengano prese in terra bellunese.
“È urgente sbloccare la realizzazione delle opere fondamentali per affrontare un evento di questa portata, con il ruolo di protagonista nelle decisioni riservato al Bellunese:” spiega Bond “i mondiali sono dopodomani, e nonostante le richieste arrivate anche dall’amministratore delegato di Anas Armani siamo ancora qua, bloccati dalla burocrazia, tra commissioni e ricorsi. Stiamo tenendo fermi più di 160 milioni di euro che gioverebbero a Cortina e a tutto il territorio”.
“È fondamentale rispettare l’ambiente, certo, ma con i no continui non si va da nessuna parte.” continua Bond “Servono procedure più snelle, meno burocrazia, e confronti rapidi e decisi con il territorio: la cabina di regia deve essere interamente in mano ai bellunesi, senza costi e con capacità di decisione e intervento molto più rapida. In quest’ottica, anche in vista delle Olimpiadi delle Dolomiti 2026 che dovranno vedere Cortina al centro dell’evento sportivo più importante al mondo, è necessaria al più presto l’attuazione dell’autonomia del Veneto e della Provincia di Belluno: sono gli enti più vicini al territorio che possono e devono pesare gli effetti e i benefici delle opere infrastrutturali. Se vogliamo un Bellunese ancora vivo e vivibile, in grado di affrontare le sfide economiche e turistiche del nuovo millennio,” chiude l’onorevole feltrino “le decisioni devono essere in mano a chi in questa provincia vive e lavora.”

Share

Comments are closed.