Wednesday, 18 July 2018 - 18:13

Sicurezza: diminuiscono del 34% i furti in abitazione. Al via, in Prefettura, un corso per operatori della Polizia Locale sulla rilevazione dei sinistri stradali

Mar 22nd, 2018 | By | Category: Riflettore, Società, Istituzioni

Belluno, 22 marzo 2018  –  La prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità più avvertiti dalla comunità bellunese, e, in particolare, dei furti in abitazione, richiede, oltre al consueto impegno delle Forze di Polizia, l’impiego del maggior numero di risorse possibili, unitamente ad una continua rimodulazione dei servizi di controllo e vigilanza, sulla base delle esigenze che dovessero di volta in volta emergere.

Il miglioramento dei già positivi risultati raggiunti, che hanno fatto registrare, nei primi due mesi dell’anno – rispetto all’analogo periodo del 2017 – un calo di tutti i reati e, in particolare, una diminuzione del 34% dei furti in abitazione in provincia, richiede che lo sforzo compiuto dalle Forze dell’Ordine sia accompagnato dall’ulteriore rafforzamento della già consolidata collaborazione tra lo Stato ed i Comuni bellunesi.

In questo contesto, ha preso il via oggi, a Palazzo dei Rettori, un corso di aggiornamento professionale, riservato agli operatori della Polizia Locale, sulle modalità di rilevazione dei sinistri stradali.

L’iniziativa, organizzata dalla Prefettura in collaborazione con la locale Sezione di Polizia Stradale, si propone di approfondire, grazie alla competenza degli operatori della Polstrada, le tecniche per la corretta ricostruzione della dinamica degli incidenti stradali, che costituisce il primo punto da cui partire, una volta messi a fattor comune i dati, per l’analisi generale del fenomeno dell’incidentalità e, successivamente, per assumere iniziative volte a migliorare il livello di sicurezza della circolazione.

Nel suo saluto, il Prefetto di Belluno, Francesco Esposito, ha posto l’accento sull’importanza della collaborazione tra Polizie Locali e Forze di Polizia a competenza generale, sottolineando che “solo se si uniscono le forze sarà possibile avere più uomini e donne impegnati nel controllo del territorio e si potrà fare un ulteriore salto di qualità nella prevenzione dei reati contro il patrimonio, nella sicurezza urbana e nella sicurezza stradale”.

Share

Comments are closed.