13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 8, 2020
Home Cronaca/Politica Dall'Europa, 15mila euro ai Comuni per wi-fi in spazi pubblici. Domande entro...

Dall’Europa, 15mila euro ai Comuni per wi-fi in spazi pubblici. Domande entro metà maggio. Dorfmann: “Strumento fondamentale per i territori di montagna”

Aperto ieri il bando europeo “WiFi4EU”, grazie al quale l’Unione Europea offre 15.000 euro a comune per la creazione di hotspot WiFi. Questa iniziativa offre ai comuni la possibilità di creare a costo zero degli hotspot Wi-Fi negli spazi pubblici: 120 milioni il fondo messo a disposizione dell’UE, che dovrebbe soddisfare le richieste di 6/8mila comuni.

«La costruzione dell’infrastruttura digitale è uno degli obbiettivi importanti per il futuro dell’Unione – sostiene l’europarlamentare Herbert Dorfmann – Sono sempre di più le possibilità che ci vengono fornite online, sia per motivi personali che professionali, e per questo un accesso il più possibile esteso ad una connessione internet ad alta velocità è sempre più imprescindibile. Con il nuovo programma europeo, questa sarà disponibile in molti più luoghi: vogliamo impedire che le aree rurali e montane rimangano indietro nel processo di digitalizzazione».

«Penso, ad esempio, – continua Dorfmann – a quei comuni della montagna bellunese che, per ragioni di mercato, vengono ignorate dai grandi operatori telefonici, lasciando così intere comunità senza una connessione veloce, fondamentale tanto per le famiglie quanto per le imprese. Questa è un’iniziativa che può rispondere alle esigenze di questi territori».

Il bando resterà aperto fino a metà maggio, ed il contributo verrà assegnato seguendo i tempi di presentazione della domanda: «I contributi verranno distribuiti ai comuni che presenteranno la richiesta con maggiore celerità. – spiega Dorfmann – Si tratta di un processo semplice, che non implica la presentazione di documenti ulteriori. Voglio che tutti i comuni delle Dolomiti siano informati riguardo a questa iniziativa, affinché facciano domanda nei tempi giusti e il numero maggiore di cittadini possa beneficiarne: questo progetto potrebbe permettere presto a tanti cittadini di navigare in rete con facilità in ospedali, parchi, bus o altri spazi pubblici. Indipendentemente dalla loro appartenenza sociale, tutti i cittadini avranno un accesso facilitato a internet».

Tutte le informazioni e i moduli per la registrazione sono disponibili sul sito https://www.wifi4eu.eu

Share
- Advertisment -



Popolari

Belluno Alpina e volontari collegano Nevegal e Valmorel dopo 65 anni. Dal Farra: “Bene puntare su Cortina, ma la Regione non dimentichi le Prealpi”

“Avanti decisi su Cortina, mondiali, olimpiadi, la viabilità del Cadore,...alle quali pensiamo sia necessario agganciare (con la concretizzazione di opere strategiche) le Prealpi, dove...

Escursionisti recuperati nella notte

Auronzo di Cadore (BL), 08 - 07 - 20   Ieri sera attorno alle 23 il Soccorso alpino di Auronzo è stato allertato per una...

Riflessioni sul Belvedere * di Nadia Forlin

E’ di questi giorni l’approvazione del progetto definitivo della quarta porta di accesso alla città vecchia di Feltre denominato il Belvedere, la terrazza che...

Bitfinex: svelato il mistero dietro il lancio di LEO

La rimonta di Bitfinex presso il pubblico cinese negli ultimi anni ha sorpreso non pochi degli investitori interessati alle criptovalute. L’exchange, infatti, non se...
Share