Tuesday, 19 June 2018 - 12:34

“Belluno invasa: 10 ottobre 1917 – 1 novembre 1918”. Scatti d’epoca in città

Mar 13th, 2018 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Belluno “rivive” l’An de la Fan tramite gli scatti d’epoca che da questa mattina sono comparsi nei luoghi significativi della città: a custodirli fino ad oggi, l’Archivio Storico del Comune di Belluno, scrigno della memoria della comunità e della città di Belluno, dove in particolare è conservato un prezioso fondo documentario relativo proprio al periodo della Grande Guerra.
«Quella avviata oggi – annuncia l’assessore alla cultura, Marco Perale – è solo una delle tante iniziative che intendiamo proporre quest’anno, grazie alla collaborazione con altri enti e associazioni, per ricordare quel periodo storico che ha segnato la nostra città».
Nel quadro delle commemorazioni di questo evento – per le quali sono state già realizzate due mostre documentarie, “An de la fan, Belluno invasa. 10 novembre 1917- 1 novembre 1918” e “Belluno a Pistoia” -, le fotografie sono uscite dall’Archivio Storico per essere esposte nei luoghi dove sono state scattate ormai un secolo fa: le prime uscite hanno interessato Porta Dante, la Prefettura e Palazzo Fulcis, «ma ci sarà un crescendo – anticipa Perale – con installazioni, per esempio, anche in Piazza delle Erbe, all’Ospedale San Martino e al Teatro Comunale».

La rassegna propone quindi le foto originali, in parte inedite, scattate durante l’occupazione austro-tedesca dal bellunese Pietro De Cian (1873-1927), fotografo professionista e membro della Giunta comunale proprio durante quell’anno; l’intero “fondo De Cian”, inoltre, è in fase di acquisizione da parte dello stesso Archivio storico.
L’esposizione “en plein air” continuerà fino al mese di giugno 2018, anno in cui si moltiplicheranno le iniziative per la memoria: «L’Archivio Storico, tramite la sua responsabile, la dottoressa Orietta Ceiner, sta lavorando a manifestazioni per valorizzare il patrimonio in suo possesso, – spiega Perale – mentre gli uffici della Presidenza del Consiglio Comunale stanno organizzando, con il coinvolgimento delle scuole, una rievocazione storica dell’ingresso in città di una delle tre colonne che portarono alla liberazione della città dall’invasione austro-tedesca. Il programma è ancora in via di definizione e sicuramente non mancheranno altre proposte di spettacoli o rassegne dedicati alla commemorazione dell’anno più buio per la nostra città».

Share

Comments are closed.