Sunday, 18 November 2018 - 01:35

Truffe in rete. Identificati dai carabinieri tre “specialisti del settore”

Mar 3rd, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Comando Stazione carabinieri di Cortina

Un 45enne cosentino è stato identificato dai carabinieri di San Vito di Cadore, che hanno curato le indagini, per aver truffato via internet un ignaro acquirente, che aveva versato 180 euro per una playstation 4 mai consegnata. Il truffatore, già indagato per fatti analoghi da altri comandi dell’Arma, aveva già “venduto” un paio di volte la playstation.

Anche un turista napoletano in vacanza in Cadore è caduto nella trappola dei truffatori on line. L’uomo, infatti, ha denunciato alla Stazione dei carabinieri di San Vito di Cadore, di aver effettuato un bonifico di 500 euro di acconto per l’acquisto che non si è mai concretizzato di una Porsche 911 trovata sul sito subito.it al prezzo di vendita di 8.400 euro. Anche in questo caso, l’autore della truffa è stato identificato. Si tratta di un 60enne napoletano già noto ai carabinieri per aver precedenti penali dello stesso tipo.

Un 55enne della provincia di Napoli, anche lui “esperto nel settore”, è stato identificato dai carabinieri di Cortina d’Ampezzo per aver truffato una 55enne ferrarese interessata alla locazione di un appartamento in via Pecol, visto nel sito specializzato www.airbnb.com. Per concludere senza spese di commissione al sito, il truffatore aveva convinto la donna a trattare direttamente facendosi versare in due rate la somma totale di 450 euro per un immobile inesistente. Una truffa che in questo caso poteva essere smascherata ed evitata, come suggeriscono i carabinieri. Infatti sarebbe bastato farsi inviare delle foto degli esterni e controllare ad esempio attraverso Google StreetView per verificare la corrispondenza e l’esistenza dell’appartamento.

Share

Comments are closed.