Thursday, 19 July 2018 - 06:01

Collaborazione Bolzano-Belluno. Incontro tra De Menech e il vice presidente SVP Alfreider

Mar 1st, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Roger De Menech, deputato Pd

Belluno, 1 Marzo 2018   Aumentare la collaborazione tra Bolzano e Belluno per fornire servizi sempre più omogenei in un’area strategica sotto il profilo economico, turistico e sociale. È l’impegno di Roger De Menech, candidato bellunese alla Camera e Daniel Alfreider, vice presidente della Svp. I due esponenti si sono incontrati nei giorni scorsi per ragionare sul futuro delle relazioni tra le due Province che condividono l’area ladina.

«Da tempo Bolzano ha chiuso la fase di isolazionismo che aveva contraddistinto le politiche altoatesine fino a qualche anno fa», afferma De Menech. «Oggi ci confrontiamo con un partner solido, consapevole della necessità di allargare la propria visione e di avere nei territori contermini degli alleati che crescono e prosperano». Un cambio di prospettiva misurato concretamente nella gestione del Fondo Comuni Confinanti.

In questi anni sono state sbloccate e rese operative risorse pari a 291 milioni di euro rinnovando l’intesa e rendendo stabile il fondo. «È stato possibile perché entrambe le parti hanno saputo mettere in comune interessi e obiettivi», ricorda De Menech. Belluno ha dimostrato di saper utilizzare le risorse per progetti di crescita economica, occupazionale, ambientale e turistica; Bolzano ha intuito come un allargamento delle aree di influenza delle politiche per la montagna sia strategico anche nell’interesse delle diverse comunità, in primis i ladini.

«É importante agire per tutti i ladini», afferma Alfreider, «nonostante le difficoltà derivanti dal fatto che i ladini sono suddivisi su tre amministrazioni differenti. Nell’ultima legislatura è stato fatto molto per il popolo ladino, dalla legge costituzionale per il Trentino – Alto Adige / Südtirol all’attivazione del fondo per i comuni di confine per il Bellunese. Questa è la strada che vogliamo e dobbiamo proseguire, raggiungendo i nostri traguardi passo dopo passo e creando una forte unità, laddove i confini amministrativi ci separano».

«Per il futuro», conclude De Menech, «oltre a mantenere e potenziare quanto ottenuto, la priorità è investire queste risorse con progetti strategici di area vasta, creando tavoli provinciali in cui condividere le scelte e ridurre cosi concretamente il differenziale con le province autonome».

Share

Comments are closed.