13.9 C
Belluno
martedì, 31 Marzo, 2020
Home Cronaca/Politica Autonomia. Le richieste del Bard ai candidati

Autonomia. Le richieste del Bard ai candidati

Andrea Bona

Abrogazione della legge Delrio; rispetto e attuazione del referendum per l’autonomia provinciale; aumento dei finanziamenti al Fondo per i Comuni Confinanti; ripristino al periodo pre-crisi dei trasferimenti ai comuni: questi gli impegni che il movimento Belluno Autonoma Regione Dolomiti chiede ai candidati bellunesi alle prossime elezioni politiche del 4 marzo.
«In questi giorni, – spiega il presidente facente funzioni, Andrea Bona – abbiamo inviato a tutti i candidati bellunesi un documento, con il quale chiediamo il loro impegno su tutti, alcuni o nessuno degli aspetti che noi reputiamo fondamentali per l’attuazione dell’autonomia del nostro territorio».
«Se qualche candidato non avesse ancora ricevuto il documento, può richiedercelo contattandoci alla mail info@bellunoautonoma.regionedolomiti.it o attraverso la nostra pagina Facebook», aggiunge Bona.
«In una campagna elettorale povera di temi, anche a causa di una legge elettorale che premia solo i partiti e che non concede spazi alle realtà locali, senza la possibilità di indicare la preferenza per un candidato, – sottolinea – abbiamo ritenuto necessario introdurre nella discussione il tema dell’autonomia bellunese. Sono tutti autonomisti, a parole, ma a loro chiediamo un impegno formale, senza voler imporre la nostra visione, cercando di capire le diverse posizioni sui vari temi, così da aiutare anche il nostro elettorato».
I risultati finali di questa campagna, infatti, saranno resi pubblici a pochi giorni dal voto, come spiega Bona: «I candidati hanno tempo fino al 28 febbraio per compilare e restituirci il modulo. Il primo marzo presenteremo alla stampa il resoconto delle loro posizioni».
L’ultimo appello va quindi ai candidati: «In questo momento, è fondamentale che dal Bellunese arrivi una posizione chiara e forte sul tema autonomistico. – conclude Bona – Ci auguriamo che tutti rispondano alla nostra richiesta, in piena libertà, e che il tema possa entrare nell’agenda politica del prossimo Governo, anche con il supporto dei deputati e senatori bellunesi».

Share
- Advertisment -

Popolari

A Paiane di Ponte nelle Alpi un progetto artistico triennale diretto dal maestro Vico Calabrò

In questi tempi solleviamo lo scudo contro il Covid-19, ma lo solleviamo anche a favore dell'arte e della bellezza, che ancora una volta "salverà...

Coronavirus. Donazzan: “Lavoratori senza ammortizzatori sociali, come gli educatori d’infanzia nelle Ipab”

Venezia, 31 marzo 2020 - Un assegno straordinario ad hoc, attingendo ai fondi della programmazione regionale Fse, per garantire una forma di ammortizzatore sociale...

Emergenza Coronavirus nelle case di riposo e nuovo piano della Regione. Cisl approva ma chiede impegno costante sulla sicurezza

Venezia-Mestre, 30 marzo 2020 - La tutela della salute e della sicurezza degli ospiti delle case di riposo e del personale che li assiste...

Emergenza Covid nelle case di riposo. 5 Stelle Veneto: “Zaia in ritardo su una situazione drammatica”

”Mentre in Veneto uno dei costi più alti del coronavirus lo stanno pagando gli ospiti delle case di riposo e gli operatori sanitari che...
Share