Wednesday, 21 August 2019 - 05:43
direttore responsabile Roberto De Nart

Le antiche relazioni tra Giappone e Italia nel libro autobiografico di Mario Vattani

Feb 18th, 2018 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Belluno, 17 febbraio 2018  – Il reportage autobiografico nell’arcipelago giapponese in sella alla Ducati Monster, diventa un viaggio a ritroso nel tempo, alla scoperta delle relazioni esistenti tra Italia e Giappone risalenti all’800. Lo ha raccontato attraverso una serie di aneddoti Mario Vattani, ex console italiano a Osaka, studioso di cultura e storia del Giappone, nel corso della presentazione del suo ultimo romanzo dal titolo “La via del Sol Levante – Un Viaggio Giapponese” che si è tenuta questa sera al Centro Giovanni 23mo di Belluno all’interno della rassegna culturale “I Grandi incontri di Liberal Belluno”.
Il libro diventa così un’occasione per tracciare il ritratto di un’Italia fortemente competitiva e all’avanguardia. Ad esempio nel settore aeronautico, con il raid Roma-Tokio ideato da Gabriele D’Annunzio nel 1919 a seguito dell’incontro con il poeta giapponese Harukichi Shimoi, arruolatosi negli Arditi dell’Esercito italiano. L’impresa viene poi realizzata nel 1920 dal tenente Arturo Ferrarin su biplano Ansaldo SVA 9. Un successo che gli valse il dono dell’imperatore Hirohito, la Spada del Samurai, la più alta onorificenza giapponese.
Singolare e ancora d’attualità perché non ancora risolta, la storia dei cittadini giapponesi rapiti tra gli anni ’70 e ’80 dalla Corea del Nord su ordine di Kim Jong-il. Vattani racconta l’episodio di Megumi, la ragazzina rapita da agenti nordcoreani nel 1977 e mai più ritrovata, costretta a insegnare la lingua, usi e costumi giapponesi all’agente Kim Suk-ki, come prevedeva il programma di spionaggio di Pyongyang. Sembrano fotogrammi del film di 007, con i blitz dei gommoni degli agenti nordcoreani che prelevano cittadini giapponesi e scompaiono nelle stive di una nave che li attende al largo con il portellone di poppa aperto. E ancora i rapimenti di donne di tutte le nazionalità, destinate ai soldati americani che disertarono e si fermarono in Corea del nord.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. oltre ad essere studioso di cultura e storia del Giappone e’ anche noto come Katanga
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/28/console-fascio-rock-reintegro-130mila-euro-vattani-coordinatore-ue-asia/1238072/