Wednesday, 21 August 2019 - 04:39
direttore responsabile Roberto De Nart

Il Movimento 5 Stelle scivola sulla buccia di banana di Garavello

Feb 5th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Lettere Opinioni, Riflettore

E’ evidente che al Movimento 5 Stelle di Di Maio, mancano i fondamentali strategici nella gestione delle crisi e la relativa scelta delle modalità di comunicazione. Il “Caso Garavello”, il giornalista che nella chat di Telegram ha diffuso le istruzioni ai candidati al Parlamento dei 5 Stelle di scovare le nefandezze dell’avversario politico, ne è la palese dimostrazione.
Mentre Di Maio ha taciuto per due lunghi giorni, lo staff veneto si è diviso tra coloro che giustamente si sono dissociati dall’applicare un metodo fuori da tutte le regole deontologiche suggerito dell’addetto stampa Garavello. E altri che invece, ed è il caso del deputato uscente nonché candidato D’Incà e il consigliere regionale Jacopo Berti, hanno difeso il “metodo del fango” dicendo pressappoco che così fan tutti, trovandosi però spiazzati dinanzi al verdetto del capo Di Maio che ha stroncato il vademecum Garavello come “iniziative personali che non sosteniamo”.
Ebbene, dinanzi a un cosi grossolano incidente di percorso, perché di questo si tratta, la linea difensiva è lasciata al caso, alle “iniziative personali” appunto.
Ciò preoccupa molto, visto anche in prospettiva rispetto a chi si propone di rappresentare l’Italia in delicati contesti internazionali.
A.Faustini, D.Masoch, G.Mellere, S.Messinese, L.Salvioni, G.Tessarolo, R.Tezza

Share

Comments are closed.