Wednesday, 21 August 2019 - 04:51
direttore responsabile Roberto De Nart

Giovedì in Biblioteca di Ponte nelle Alpi la storia di Norma Cossetto, uccisa dai partigiani di Tito

Feb 4th, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Giovedì 8 febbraio, in occasione della vicina ricorrenza del Giorno del ricordo, si terrà presso la Biblioteca Civica di Ponte nelle Alpi una lettura teatrale a cura di Livio Vianello del libro “Foibe rosse”
di Frediano Sessi.

Biblioteca di Ponte nelle Alpi

Il libro. Norma Cossetto venne gettata ancora viva nella foiba di Villa Surani nella notte tra il 4 e il 5 ottobre del 1943. Aveva ventitré anni ed era iscritta al quarto anno di lettere e filosofia, all’Università di Padova. I suoi assassini, partigiani di Tito, che dopo il crollo del regime fascista tentano di prendere il potere in Istria, non hanno pietà della sua giovinezza e innocenza e, prima di ucciderla, la torturano brutalmente.
L’assassinio di Norma Cossetto e di tutti quegli uomini e quelle donne che furono infoibati o morirono a causa delle torture subite, annegati in mare per mano dei “titini” mostra verso quale orizzonte ci si dirige “quando si ritiene che la verità della vita è lotta, e che non tutti gli esseri umani sono provvisti della medesima dignità”.

Livio Vianello. Lettore e operatore culturale. Ha lavorato con le compagnie Atellana di Venezia, Attori & Cantori di Pordenone, Casa degli Alfieri di Asti e Stilema di Torino. In qualità di lettore dal 1997 ha avviato un percorso di approfondimento e di ricerca sulla promozione della lettura e sulla lettura ad alta voce realizzando progetti presso scuole e biblioteche rivolti a bambini, ragazzi e adulti.
Ha ideato e organizzato: la prima edizione di “Contorno di libri” (Montebelluna 2003); “La casa sull’albero” (2004 – 2015) in collaborazione con la biblioteca di Casier e il Polo Biblomarca; “Lib(e)ri per crescere – letture, laboratori, incontri” (2003/08) con la Provincia di Venezia; “Veneto Lettura” (dal 2011 al 2013) con la Regione del Veneto; le vetrine dei lettori professionisti del Veneto presso le Biblioteche di Casier (Tv, 2008), Caldogno (Vi, 2009), Mestre/Marghera (Ve, 2011), Piove di Sacco (Pd, 2012), Ponte nelle Alpi (Bl, 2013), Preganziol (Tv, 2014); “Le parole
tra noi: lèggere” Polcenigo (Pn, 2014); “La Macia dei libri”, Spilimbergo (Pn, 2015). Ha curato la realizzazione di mostre bibliografiche e pubblicato i libri, tra cui “Leggere per professione. Proposte di lettura e animazione a cura dei lettori professionisti del Veneto” (con C. Peruffo).
Dal 2009 ha iniziato a condurre dei Gruppi di Lettura nelle Biblioteche di: Ponte nelle Alpi (Bl), Vittorio Veneto (Tv), Pieve di Soligo (Tv), Alano di Piave (Bl), Maserada sul Piave (Tv), Casier (Tv), San Donà di Piave (Ve), Treviso, San Michele al Tagliamento (Ve).
Ha organizzato degli incontri di coordinamento dei Gruppi di Lettura del Veneto e ha organizzato la manifestazione regionale per Gruppi di lettura “Un anno vissuto letterariamente” nel 2013/14 tra Venezia e Verona.

Frediano Sessi. Autore dell’opera. È narratore, saggista, consulente editoriale e traduttore. Alcuni dei suoi romanzi per adulti e per ragazzi (“Ultima fermata Auschwitz”, l’edizione definitiva del “Diario di Anne Frank”, “Sotto il cielo d’Europa”, “La vita quotidiana ad Auschwitz”…) trattano il tema dell’irruenza della grande storia nelle vite quotidiane di uomini e donne, che cercano di resistere alla violenza e al sopruso. Vincitore del premio Hemingway con il romanzo “L’ultimo giorno” (1995), sviluppa i suoi interessi narrativi e saggistici nella direzione di una ricerca sugli effetti che la violenza totalitaria (nazista e comunista) ha prodotto sugli uomini e sulle donne che ne sono stati vittime o spettatori indifferenti.

Share

Comments are closed.