Wednesday, 21 August 2019 - 05:32
direttore responsabile Roberto De Nart

“Carnem levare” torna il Carnevale a Castion

Feb 3rd, 2018 | By | Category: Prima Pagina

Dopo una pausa forzata, si ritorna a vedere le vette imbiancate di neve e immerse nel gelo di febbraio. Con i soliti amici bellunesi che ritrovo affettuosi come sempre, oggi si va in visita a Castion, il secondo comune per grandezza della provincia, ottimo punto per raggiungere gli impianti di risalita del Nevegal e di Col Visentin.
Con l’occasione di conoscenti che hanno un B&B e che possono ospitare per poche decine di euro, domani si potrà approfittare del Carnevale che inizia proprio con le sfilate delle maschere: previsti premi finali alla più bella a partire da circa metà mattina (domenica 4 febbraio); l’animazione per i più piccoli sarà assicurata con degli spettacoli di giocoleria del mago Bronze.
Immancabili i “giochi de na volta” e poi i carri allegorici.

Villa Miari Fulcis – Modolo (Belluno)

Spero di aver tempo con la mia amica appassionata di arte di visitare in località Modolo la villa Miari Fulcis del XVII secolo e i cui proprietari erano una delle famiglie più illustri le cui origini risalgono indietro fino al Mille.
Dopopranzo si potrà assistere alla sfilata dei coloratissimi carri allegorici lungo il Pian delle Feste. E’ previsto un miglioramento meteo anche se farà sempre freddo come vuole la stagione. Se la compagnia reggerà, ci si potrà ritrovare domenica prossima 11 febbraio per il Carnevale di Belluno e la colorata passeggiata in costume e premi ricchi per i gruppi più numerosi.
Immancabili in piazza e per le vie i chioschi coi prodotti tipici da mangiare e soprattutto con un buon brulé per scaldarsi appena fa buio.
L’amico G* che vuol sempre pontificare su tutto, ci fa la storia dell’origine del Carnevale e ci dice che l’etimologia è “carnem levare” in quanto si fa riferimento alla cena del martedì grasso ultima possibile prima dei quaranta giorni di digiuno ed astinenza prepasquale. Secondo il rito romano, è proprio il mercoledì delle Ceneri che fa iniziare la Quaresima. Continua col dirci che la più antica testimonianza del carnevale risale al testo latino di Apuleio, le Metamorfosi (libro XI), in cui l’autore accenna a delle maschere che sfilano in onore della dea Iside. In realtà il Carnevale ha radici più lontane in Medio Oriente. Ma lascio cadere il discorso e prendendo sottobraccio la mia amica, mi volgo a sorridere ad un paio di mascherine simpatiche che scherzano e saltellano in un angolo della piazza.

Bruna Mozzi

Share

Comments are closed.