Sunday, 25 February 2018 - 06:00

Festa del popolo veneto. Oltre 6mila studenti impegnati nel concorso

Gen 22nd, 2018 | By | Category: Prima Pagina, Scuola, Società, Istituzioni

Sono 143 gli istituti che partecipano al concorso dedicato al dialetto indetto dalla Regione del Veneto in collaborazione con il Comitato regionale Unpli che premierà le opere più meritevoli il 23 marzo 2018.

Record di iscrizioni per il concorso che celebra le radici del popolo veneto e coltiva l’attenzione per una lingua che è uno spaccato dell’identità di ogni paese. È l’iniziativa promossa dalla Regione del Veneto e realizzata in collaborazione con Unpli Veneto, Unione nazionale delle Pro Loco d’Italia, che per il settimo anno, insieme con l’Ufficio Scolastico Regionale, hanno indetto il bando “Tutela, Valorizzazione e Promozione del patrimonio linguistico e culturale veneto”, rivolto a tutte le scuole statali e paritarie del Veneto e alle scuole italiane dell’Istria.

Teatro, musica, poesia, ricchezza del territorio e leggende sono queste alcune delle categorie che compongono le 3 sezioni stilate dal bando. Oltre 6000 gli studenti impegnati per un totale 300 classi iscritte da 143 istituti provenienti da tutta la regione e dalle scuole italiane oltre confine: 12 Belluno, 17 Padova, 8 Rovigo, 28 Treviso, 19 Venezia 23 Verona, 24 Vicenza, 10 Croazia, 2 Slovenia. Un concorso che ha registrato un record di iscrizioni mai raggiunto prima d’ora con un incremento di istituti che hanno effettuato la pre iscrizione (erano 113 nel 2017) e che entro lunedì 12 febbraio 2018 dovranno consegnare gli elaborati finali. A partire da quel momento una Commissione appositamente costituita stilerà la graduatoria individuando i vincitori per ogni ambito.

“Oltre 6000 studenti impegnati per un totale dii 300 classi sono una risposta entusiastica che conferma e rafforza il valore di questa iniziativa – afferma l’Assessore Cristiano Corazzari – La Festa del Popolo Veneto, che è entrata nel cuore dei Veneti e soprattutto dei giovani studenti. Una opportunità straordinario per favorire la conoscenza della storia del Veneto e valorizzare il nostro patrimonio linguistico e culturale. Siamo riusciti, grazie e soprattutto al prezioso lavoro e la collaborazione di UNPLI Unione delle Pro Loco del Veneto e dell’USR Ufficio Scolastico regionale, ad ampliarne la partecipazione sul territorio, anche per dare giusta visibilità ai lavori di migliaia di ragazzi e alle piccole e grandi storie che compongono l’identità culturale della nostra regione. Aver adottato nel 2007 la Legge sulla tutela e valorizzazione del patrimonio linguistico e culturale veneto, si è rivelata una scelta lungimirante e non di mero protezionismo, ma di tutela delle radici culturali di un territorio. Un percorso che ci ha portato, proprio in questi giorni, all’approvazione in Consiglio Regionale delle nuove norme di Tutela delle Minoranze linguistiche storiche, con la valorizzazione della Lingua veneta.”

Un’iniziativa che si propone come un valido strumento di supporto alle attività didattiche tese alla valorizzazione dell’identità culturale veneta, nell’ottica di una riscoperta, da parte dei giovani, delle proprie tradizioni e della propria storia, al fine di consolidare l’idea di appartenenza ad una comunità territoriale. Obiettivo del concorso che oltre a tutelare, valorizzare e promuovere il patrimonio linguistico e culturale del veneto è quello di creare un vero e proprio “Archivio della cultura e della tradizione veneta”. Come per gli anni precedenti infatti i progetti presentati dalle scuole partecipanti saranno archiviati su un cloud on-line e disponibili per la visione a tutti coloro che ne faranno richiesta.

Giovanni Follador, presidente UNPLI Veneto: “In questo momento migliaia di ragazzi sono impegnati a preparare i loro elaborati utilizzando il dialetto, una declinazione linguistica ricca di storia, tradizione, identità che è sempre meno utilizzata. È fondamentale che le nostre radici non vengano perse e valorizzare le lingue minori è il modo migliore per preservare questo patrimonio, un patrimonio di cui le Pro Loco si fanno custodi grazie alla loro forte presenza nel territorio. Da giorni i nostri volontari sono entrati nelle scuole per fornire conoscenze e materiali a ragazzi ed insegnanti. Credo sia il risultato più bello vedere una scuola che dialoga con il tessuto sociale.

TEMI DEL CONCORSO  Al fine di preservare la lingua veneta e di svilupparne la conoscenza il bando ha individuato tre differenti ambiti:
Ambito 1: La lingua veneta nelle sue espressioni creative nel teatro, nella musica e nella poesia. Una sezione dedicata alla progettazione e allo sviluppo di musiche e testi inediti in lingua veneta che siano caratterizzati dall’originalità, oppure dalla rivisitazione di prodotti già esistenti;
Ambito 2: Il territorio regionale con il suo patrimonio storico-artistico ed enogastronomico; una sezione dedicata a scritti inediti riguardanti il territorio e il vasto patrimonio artistico, storico ed enogastronomico di cui il Veneto va fiero.
Ambito 3: la progettazione e lo sviluppo di attività e prodotti inediti riguardanti il raccogliere,
raccontare, drammatizzare le leggende e i misteri del proprio territorio o i personaggi veneti e della storia veneziana: riscoperta e ricerca di leggende, misteri e personaggi che hanno saputo valorizzare e lasciare un segno nella storia veneta e veneziana

I DESTINATARI  Il concorso, aperto a tutte le scuole della Regione Veneto e alle scuole italiane dell’Istria e della città di Fiume, è finalizzato alla realizzazione di percorsi didattici sviluppati da classi, o gruppi di classi, di ogni ordine e grado.
Un’ iniziativa che fa leva sulla capillarità con cui le Pro Loco sono radicate nel territorio, e ha l’obbiettivo di sviluppare una collaborazione tra le scuole e le Pro-Loco al fine di creare in ogni realtà territoriale un presidio delle tradizioni locali per valorizzarle, promuoverle, divulgarle e custodirle.

LE PREMIAZIONI  I Vincitori saranno premiati venerdì 23 marzo a Venezia in occasione delle celebrazioni della Festa del popolo Veneto, istituita dal 2007 e che si tiene il giorno 25 marzo, data della fondazione della città lagunare. Per gli istituti che saliranno sul podio un monte premi totale di € 15.000,00 da suddividere nei 3 ambiti.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.