Thursday, 19 July 2018 - 21:24

Traffico in tilt per nevicata. Il presidente degli autotrasportatori De Bona: la colpa non è dei mezzi pesanti, ma di una viabilità inadeguata

Dic 29th, 2017 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

Daniele De Bona

Perché i camionisti devono essere sempre il capro espiatorio: che piovi o nevichi o il traffico si blocchi ? si domandano gli Autotrasportatori di Confartigianato Belluno, guidati dal presidente del mestiere, Daniele De Bona, e non ci stanno.
“Per la nevica dei giorni scorsi e la viabilità in tilt di Cortina d’Ampezzo, il sindaco Giampietro Ghedina imputa la colpa a conducenti dei mezzi pesanti con gomme lisce, ma non è così”, denuncia il presidente provinciale Daniele De Bona.
“Dubito proprio – rimarca Daniele De bona – che miei colleghi che abitualmente percorrono proprio quelle strade, dove si verificano continui e costanti controlli sui mezzi in transito da parte delle Forze dell’ordine, proprio il giorno della nevicata, invece, avessero pneumatici lisci. Direi piuttosto – prosegue De Bona – che poteva essere fatto qualcosa di più nei giorni precedenti. quando il flusso di traffico dei vacanzieri è arrivato nella Perla delle Dolomiti senza adeguate verifiche sui loro mezzi”.
“Noi Autotrasportatori siamo degli operatori come tutte le altre categorie e l’incoscienza non ci appartiene: primo per i tanti controlli personali e agli automezzi che subiamo con sanzioni davvero pesanti, che certamente ci obbligano al rispetto di regole precise; secondo perché, anche per noi, qualsiasi coda significa ritardo e, dunque, perdita di guadagno. Siamo persone che abbiamo famiglia e che quotidianamente mettiamo a rischio la nostra vita per effettuare consegne di ogni genere in qualsiasi condizione atmosferica. Va sottolineato che il nostro settore è vessato da tutti: cittadini e istituzioni, malgrado la nostra centralità nell’economia”. “Voglio anzi ricordare – prosegue il presidente De Bona – che tre anni fa in occasione della grande nevicata che ha isolato la parte alta della provincia di Belluno, noi autotrasportatori abbiamo portato a destinazione i vari gruppi elettrogeni e il relativo carburante per farli funzionare e dare modo alla gente di sopravvivere in quella circostanza. Anche questo va ricordato !”.
“Non è dunque pensabile che la nevicata dei giorni scorsi, definita addirittura copiosa – aggiunge Daniele De Bona – possa aver messo in crisi una cittadina come Cortina d’Ampezzo, dove le nevicate sono all’ordine del giorno. Piuttosto, s’è perso di vista il vero problema: una viabilità che dal 1956, anno delle Olimpiadi, non ha più visto interventi di adeguamento all’effettivo traffico di oggi. Si continuano a rinviare scelte strategiche, quali circonvallazioni o tangenziali, diversamente da quanto è stato fatto nella vicina Pusteria. I tre anni che mancano ai tanto attesi Mondiali di sci basteranno a portare una soluzione ai problemi vissuti in questi giorni o negli anni passati ?”
“Voglio piuttosto sperare che le criticità dei giorni scorsi riescano a convincere amministratori locali e popolazioni a trovare una adeguata soluzione, affinchè altre nevicate in futuro non portino alle solite lamentele”.
“Serve, dunque, un cambio di passo – conclude il presidente degli Autotrasportatori Daniele De Bona – serve che Istituzioni, Forze dell’ordine, gestori della viabilità, Associazioni di categoria ritornino attorno a un tavolo per una corretta programmazione degli interventi da effettuare con le relative modalità. Non si può andare avanti solo con tagli ai bilanci su manutenzioni delle strade e del territorio, come su migliorie dei punti neri della viabilità. Chi ne rimette sono gli operatori economici e la comunità: forse è proprio improcrastinabile una svolta

Share

Comments are closed.