Saturday, 22 September 2018 - 20:39

Giass, il dry gin milanese, protagonista giovedì al SanBrite di Cortina

Dic 25th, 2017 | By | Category: Appuntamenti, Prima Pagina

Giovedì 28 dicembre il primo dry gin 100% milanese porterà in alta quota il suo “spirit”o per un aperitivo tra le Dolomiti innevate.

Cortina d’Ampezzo – Dopo il suo debutto ampezzano della scorsa estate Giass, il primo dry gin 100% milanese, torna sulle Dolomiti venete per un aperitivo gourmet ad alta quota.

Giovedì 28 dicembre, a partire dalle 15:30, gli ospiti della rinomata località sciistica potranno godersi un esclusivo “après-ski” all’insegna della mixology, della buona cucina e dell’intrattenimento musicale di qualità presso il SanBrite, la prima “agricucina” di Cortina D’Ampezzo ricavata da un vecchio fienile dal sapore autentico, inaugurata lo scorso luglio.

Lo chef e patron, Riccardo Gaspari, talentuoso allievo di Massimo Bottura, proporrà per l’occasione una selezione di piatti tipici elaborati utilizzando i prodotti del territorio nel pieno rispetto della filosofia del ristorante,. Alle proposte gourmet sarà affiancata una drink list con cocktail a base di GIASS interpretati in veste “montana” da Matteo Magri, esperto mixologist del Molo Pub di Cortina. Gli ospiti avranno quindi la possibilità di degustare miscele originali e inaspettate che valorizzeranno le 18 botaniche di GIASS, grazie anche al tocco premium conferito dall’acqua tonica Cortese di Bevande Futuriste.

L’Après Ski del SanBrite vedrà coinvolti altri partner di alto profilo come Kettmeir, la tenuta vinicola altoatesina del Gruppo Santa Margherita, il cui Spumante Extra Brut 1919 Metodo Classico Riserva 2011 è stato premiato con i “Tre Bicchieri” dalla guida Vini d’Italia del Gambero Rosso, e K-Way, che vestirà il personale del ristorante. L’intrattenimento musicale sarà invece a cura dal DJ “hype” Graziano della Nebbia.

Per informazioni e prenotazioni, chiamare il +39 0436.863882

Social media accounts
Facebook: facebook.com/giassmilanodrygin/
Instagram:@giassgin

GIASS (che in dialetto lombardo significa “ghiaccio”) nasce dall’intuizione di cinque amici: Andrea e Simone Romiti, Richard D’Annunzio, Francesco Niutta e Francesco Braggiotti, che hanno saputo trasformare la passione per il rituale dell’aperitivo in un progetto ambizioso, dedicato alla loro città. La ricetta del gin nasce dalla creatività di Richard D’Annunzio, barman professionista: nella sua cucina, utilizzando la lavapiatti come surrogato di un alambicco, inventa e sperimenta fino a trovare la formula chimica perfetta, messa a punto dai cinque soci grazie a molti assaggi. Il risultato è un gin equilibrato e versatile che mette d’accordo tutti i palati grazie a 18 botaniche selezionate che, mescolandosi, sprigionano un inedito mix di profumi e aromi. Il carattere eclettico di GIASS si completa nella diciannovesima essenza, l’elemento instabile e sempre diverso, l’incontro con il gusto di chi lo sorseggia.
La bottiglia, elegante nella sua semplicità, è anch’essa un omaggio alla città della Madonnina: l’etichetta, serigrafata sul vetro, è ispirata ai disegni geometrici della Galleria Vittorio Emanuele, mentre il logo richiama una “vedovella”, le tipiche fontanelle meneghine. A pochi mesi dal suo debutto sul mercato GIASS ha già ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui la Medaglia d’Argento alla San Francisco World Spirits Competition 2017 (SFWSC), di gran lunga la gara più prestigiosa al mondo per i distillati. Grazie al design della sua bottiglia, curato da Chiara Cappellini e Lorenzo Piccinini, GIASS è stato premiato con la Silver Medal anche nella SFWSC Packaging Competition.
www.giassgin.com

Share

Comments are closed.