Thursday, 13 December 2018 - 00:19

Montagna veneta. D’Incà presenta due emendamenti: “20 milioni di euro per i fondi di confine e armonizzazione dell’addizionale Irpef per i Comuni che si fondono”

Dic 12th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

20 milioni di euro per i fondi di confine e armonizzazione dell’addizionale Irpef per i Comuni che si fondono. Il parlamentare bellunese dl Movimento 5 Stelle porta la montagna bellunese nella Finanziaria: il deputato ha redatto due emendamenti molto importanti per il futuro della montagna veneta.

“Stiamo parlando – conferma D’Incà – dell’istituzione del fondo per i Comuni che confinano con il Friuli Venezia Giulia. Deve essere istituito un fondo della durata triennale che verrà distribuito dal Ministero degli interni, e che deve avere una valenza di 20 milioni annui per i nostri Comuni. Questo permetterà di fermerà il passaggio di altri comuni in Friuli almeno fino a quando non avremo l’applicazione della maggiore autonomia al Veneto e alla Provincia di Belluno”.

“Da questo punto di vista è fondamentale – continua il deputato bellunese – che fra i parametri da utilizzare per la distribuzione dei fondi vi siano la dimensione del Comune interessato e la popolazione residente negli ultimi 10 anni. Va tenuto conto infatti dello spopolamento, che è il grande male della nostra montagna”.

Indici di invecchiamento elevato e natalità bassissima possono essere combattuti con il fondo di confine, nell’ottica di un aiuto importante per le comunità locali.

“Per quanto riguarda poi le fusioni di Comuni – continua D’Incà – è di grande importanza la gestione armonizzata dell’addizionale Irpef negli enti che si fondono. A oggi, infatti, è un problema per quei Comuni in via di fusione che utilizzavano addizionali diverse e diventa ostacolo insormontabile per alcune nuove fusioni”.

Sempre sul tema della fusione “Canale d’Agordo e Falcade, che andranno al voto fra pochi giorni, possono diventare una storica fusione, apripista per altri comuni dell’agordino – ricorda il deputato – Per questo chiedo ai cittadini di rispondere con coraggio e partecipazione alle opportunità del voto di domenica, un ulteriore passo per salvare la nostra montagna”.

Share

Comments are closed.