Tuesday, 24 April 2018 - 18:05

Massaro risponde ai commercianti del centro: «Grande attenzione per gli operatori locali ma ci sono regole da rispettare»

Dic 5th, 2017 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Riflettore

«Dispiace che, di fronte ad un appello per iniziare il 2018 all’insegna della collaborazione, arrivino risposte come questa. In questi anni abbiamo dimostrato più volte la nostra attenzione per gli operatori locali, ma ci sono regole che gli enti pubblici devono rispettare»: replica così il Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, alle critiche arrivate dai rappresentanti del Consorzio Centro Storico circa le manifestazioni di Natale.
«Intanto, tengo a sottolineare che il Comune di Belluno ha investito quasi 80mila euro per le iniziative natalizie, un investimento anche e soprattutto per rendere ancora più accogliente e attrattivo il nostro centro e dare, di riflesso, visibilità alle attività commerciali», spiega Massaro, che aggiunge come alle risorse economiche si siano affiancati anche collaborazione e sostegno nell’organizzazione di eventi proposti da privati.
C’è poi la questione pista da ghiaccio: «I soldi del Comune non sono del sindaco o degli assessori, ma della comunità e dei cittadini, e ci sono regole da rispettare. – chiarisce Massaro – Vanno rispettate le regole e i criteri di trasparenza: ritengo fuori luogo aspettarsi un altro tipo di atteggiamento da parte dell’amministrazione pubblica. Il requisito dell’esperienza, ad esempio, è migliorabile con partnership con altre realtà; se ritengono non corrette le azioni dei nostri uffici, è nel loro pieno diritto impugnare le procedure».
«Va ricordato poi – continua il sindaco – che un paio di anni fa il contributo per la pista gestita dal Consorzio, di dimensioni inferiori a quella funzionante in questi giorni in Piazza Duomo, fu di oltre 15mila euro, a cui si aggiunsero la fornitura gratuita di acqua, smaltimento dei rifiuti e occupazione del suolo pubblico».
L’esperienza e l’attività del Consorzio Centro Storico sono riconosciute dall’amministrazione: «Noi crediamo negli operatori locali, tanto che negli anni scorsi ci siamo anche assunti il rischio di anticipare al Consorzio la quota di finanziamento della Regione Veneto. Se quei soldi non fossero arrivati, noi ci avremmo rimesso, ma abbiamo preferito premiare il lavoro dei nostri commercianti».
«Noi vogliamo migliorare la qualità dei servizi e dell’offerta per i turisti, per i cittadini e, di conseguenza, per le attività commerciali. – conclude Massaro – Se intendiamo proseguire su questa strada, anche i partner a noi vicini devono cambiare prospettiva. Il nostro obbiettivo è quello di utilizzare le risorse pubbliche in un’ottica promozionale e commerciale, e non più assistenzialistica come avveniva un tempo. Ecco perché ogni euro dei contribuenti che noi spendiamo deve essere un investimento per tutta la nostra città, e non certo una semplice elargizione, magari riservata ad alcuni».

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.