Thursday, 15 November 2018 - 23:25

Concorso di progettazione della stazione: vince Emanuele Colombo

Dic 4th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Società, Istituzioni

È del comasco Emanuele Colombo il progetto vincitore del concorso per la riqualificazione del piazzale della stazione a Belluno. La vittoria è arrivata con decisione unanime da parte della giuria.
Quattro i punti di forza apprezzati dai giudici.

  1. lo schema funzionale che divide gli spazi pedonali da quelli veicolari; la sistemazione di Via Dante sul fronte della stazione; 2)
  2. la chiarezza del sistema di circolazione e del disegno urbano;
  3. lo sviluppo del progetto che consente una flessibilità dello spazio nel tempo”. 4
  4. Altri punti a favore del progetto di Colombo sono “le verifiche dimensionali degli stalli, la cantierizzazione ben studiata” e l’aver risolto alcune criticità come “l’accesso all’area Metropolis, lo spazio pedonale della stazione e dell’area Metropolis, il rapporto con Via Dante e con il giardino”.

Dietro a Colombo, si sono piazzati nell’ordine Marco Bozzetto (Treviso), Elisa De Bridda (Feltre), Massimo Triches (Belluno) e Michele Moreno (Milano).

Il progetto vincitore prevede, tra l’altro, la realizzazione di un ampio spazio pedonale fronte palazzo della stazione, che potrebbe essere utilizzato come location per mercatini ed eventi, ed una revisione del traffico di mezzi pubblici e privati, anche con il riposizionamento dei due lampioni storici, che andranno a delimitare l’area pedonale.
«È un progetto che rispecchia appieno i requisiti del bando del concorso – sottolinea la presidente della Fondazione Architettura Belluno Dolomiti, Francesca Bogo – la messa in sicurezza del piazzale e il recupero dello spazio urbano. C’è un sistema di circolazione chiaro per mezzi pubblici e privati, oltre che per le biciclette, che diventeranno le grandi protagoniste una volta ultimato il progetto del “bike sharing” nell’area sovrastante il parcheggio Metropolis».

Il 15 dicembre è prevista la premiazione pubblica, con una presentazione più approfondita del progetto, mentre si pensa ad una mostra dove esporre tutti i 35 lavori partecipanti al concorso, per un totale di 70 tavole.

«Siamo soddisfatti perché in quattro mesi abbiamo bandito il concorso e nominato il vincitore. – spiega l’assessore all’urbanistica, Franco Frison – Ora passeremo all’affidamento dell’incarico per poi giungere alla progettazione definitiva; nel 2018 ci sarà il bando di gara per individuare la ditta che svolgerà i lavori e per fine anno aprirà il cantiere».

I lavori hanno un costo di oltre 600mila euro, con un contributo da parte di DolomitiBus di 200mila euro. I fondi comunali per l’intervento arriveranno dal “pacchetto” legato alla rigenerazione urbana, per la quale la firma sull’accordo è attesa entro Natale: «Il 30 novembre la giunta ha deliberato la convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. – spiega Frison – Ci attendiamo nelle prossime settimane la convocazione a Roma per la sottoscrizione, che porterà nelle casse comunali 18 milioni di euro».

Share

Comments are closed.