Monday, 19 August 2019 - 14:27
direttore responsabile Roberto De Nart

Premio internazionale “Bellunesi che hanno onorato la Provincia in Italia e nel Mondo”

Nov 15th, 2017 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

Compie diciott’anni il Premio Internazionale “Bellunesi che hanno onorato la provincia in Italia e nel Mondo” organizzato da Provincia di Belluno, Associazione Bellunesi nel Mondo e i Rotary Club di Belluno, Feltre, Cadore-Cortina.
La manifestazione che vedrà anche quest’anno i bellunesi che con il loro lavoro, la loro capacità e solidarietà hanno dato lustro alla nostra terra, si svolgerà a Ponte nelle Alpi, presso il palazzetto dello Sport di Polpet (annesso alla Scuola Primaria “Arrigo Boito”) in viale Stazione n. 3, sabato 2 dicembre 2017, con inizio alle ore 9.30.

Il premio riservato ai Bellunesi emigrati in Italia e nel mondo ed ai loro discendenti, che mantengono vivo il legame con la terra delle radici è assegnato a personalità distintesi nei seguenti settori:
a) economico, imprenditoriale e professionale;
b) istituzioni arte e cultura;
c) sociale e solidaristico.

Per il settore economico, imprenditoriale e professionale, saranno consegnati due premi: a Ivan Stragà dalla Slavonia in Croazia (discendente di bellunesi originari di Provagna – Longarone) e a Daniele Franco di Trichiana.
Per il settore istituzioni, arte e cultura verrà premiato César Augusto Prezzi di Bento Gonçalves (Brasile) le cui radici affondano a Santa Giustina.

Per il settore sociale e solidaristico verrà premiata la pontalpina Danila Zampieri.
Un Premio Speciale sarà assegnato anche quest’anno ad un lamonese: l’artista Fortunato Campigotto abitante in Svizzera.

Riconoscimenti alla memoria andranno a:
Gino Casanova (1920-1994), nato a Campolongo di Santo Stefano di Cadore, emigrato con i genitori in Belgio, oltre al suo lavoro presso l’Euratom a Bruxelles, frequentò l’Accademia Reale delle Belle Arti di Liegi e fu valente pittore con notevoli mostre a Bruxelles e Parigi, onorando con le sue opere il Comelico, il Cadore, la provincia di Belluno e l’Italia nel Mondo con uno spirito proprio: la luce del Cadore. Le sue opere, di grandi dimensioni, molto significative, sono state esposte con successo per la prima volta in Italia a Santo Stefano di Cadore nell’estate 2017 dove il
maestro Vico Calabrò così si è espresso: “Sorpresa ed emozione qui si è scoperto un ARTISTA esemplare: cultura e dedizione vero vanto del Comelico, impariamo!” (Santo Stefano di Cadore 05/08/2017)

Share

Comments are closed.