Monday, 19 August 2019 - 14:46
direttore responsabile Roberto De Nart

Benvenuto San Martino, La “Miari” fa il bis. Sabato al Comunale e domenica al Fulcis, doppio intervento dell’istituto musicale bellunese alla manifestazione

Nov 7th, 2017 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

Uno dei momenti clou di “Benvenuto San Martino”, il programma di manifestazioni per celebrare il patrono della città di Belluno, si terrà proprio nel giorno del santo, sabato 11 novembre, con il tradizionale “Premio San Martino”: riconoscimento istituito nel 1972 e assegnato a personalità del territorio che si siano distinte per il loro operato in un determinato ambito, che sia quello delle scienze, della cultura, del lavoro, dello sport o altro ancora.

Laura Renon

L’onere e l’onore di incorniciare la cerimonia di consegna dell’onoreficenza – quest’anno conferita alla dott.ssa Laura Renon, chirurgo senologo dell’ospedale S. Martino di Belluno, per meriti di competenza e capacità empatica – è stato affidato dal Presidente del Consiglio comunale di Belluno Francesco Rasera Berna alla Scuola di Musica “Antonio Miari”.

Per l’occasione l’istituto musicale della città splendente interverrà con la Piccola Orchestra Miari diretta dal Maestro Matteo Andri e l’esecuzione di diversi episodi tratti da “Il carnevale degli animali” di Camille Saint-Saëns (1835-1921), creando dei veri e propri intermezzi che scandiscano le varie fasi della premiazione che si terrà alle ore 11:30 presso il Teatro Comunale. L’opera, seppure nata con un intento “giocoso”, è fra le più celebri del musicista francese e contiene splendide pagine come “Il cigno”, composizione per pianoforte e violoncello conosciuta anche grazie al balletto “La morte del cigno” (nonché unico brano della suite ad essere stato eseguito pubblicamente con Saint-Saëns ancora in vita). La conduzione della cerimonia, uno degli appuntamenti annuali più importanti di Belluno che si svolge al cospetto della cittadinanza e di tutte le autorità, compreso il vescovo, sarà coordinata dal giornalista Dino Bridda.

All’interno delle celebrazioni per San Martino, e in particolare per “Passi e Trapassi”, VI edizione della rassegna curata da Claudia Alpago-Novello che tratta il tema della memoria e della morte attraverso molteplici iniziative (incontri, conferenze, concerti, recital, visite guidate), ci sarà un altro intervento della Scuola “Miari”: domenica 12 alle 11:00 nel salone nobile di Palazzo Fulcis, il Museo Civico di Belluno, i docenti, Cristina Mantese, voce, e Luca Piovesan, fisarmonica, proporranno l’evento “Profumato d’elicriso il gesto di commiato”, dall’omonimo volume di poesie di Giovanni Verona. Si tratta di un recital per voce e fisarmonica che prevede l’esecuzione di musiche di Haendel, Zolotaryov, Schumann, Cage, Brahms, Piazzolla, Fauré, Debussy, Bach. La scelta di eseguire esclusivamente autori non italiani per la realizzazione di questa cornice sonora nasce dalla volontà di presentare la musica come suono puro, che dialoga in solitudine con l’emozione idiomatica del verso.

Share

Comments are closed.