Wednesday, 18 July 2018 - 10:49

Morte, immortalità, oblio e arte di una domenica di novembre

Nov 5th, 2017 | By | Category: Dicono di voi, Prima Pagina

Ex tempore 2017 Piazza dei Martiri – Belluno

Negli ultimi tre giorni a Padova un convegno di alto livello con ospiti internazionali a tema “Death Studies & the end of life”, la morte e il fine-vita e molto altro. Ho assistito a qualche incontro in particolare quello del grande filosofo Emanuele Severino.
E oggi in montagna con tutte le migliori intenzioni di rilassarmi ritrovo un’amica che non vedevo da anni; una francese di Parigi, ex compagna del corso di storia moderna che poi si è laureata in filosofia morale con una tesi attinente il tema del fine-vita: in questi giorni di inizio novembre si pensa tanto (forse troppo?) a questo argomento della morte, sarà perché il 2 si ricordano i nostri cari defunti? Anche in montagna a Belluno ci sono eventi a tema morte & affini e sono numerosi e per tutti i gusti (è il caso di dirlo).
Mi ci porta come di consueto la mia amica L*: stavolta, però, c’è anche l’amica francese che cerca un po’ di relax e insieme decidiamo di partecipare ad un evento dal titolo: “la memoria della morte e la morte della memoria” all’interno della rassegna “Passi e trapassi”. Stamane alle 10:30 appuntamento al Cimitero di Prade in Via Antonio Lazzarini. Saranno storie di letterati, politici e benefattori dimenticati lette e discusse durante una passeggiata guidata in compagnia del dott. Michele Buoso del C.T.G. Belluno: durerà fino alle 13:00.
Ieri sera alle 20:30  la psicologa Stefania Sacchezin (CRSP Milano) ha parlato di questo stesso tema e di come i bambini reagiscono agli eventi traumatici e alla morte. Sempre in Sala Bianchi poco prima il professor Giovanni Ziccardi di Milano aveva parlato del tema, declinandolo con quello dell’Immortalità e dell’oblio nell’era del digitale. Ne dialogava col giornalista e scrittore Roberto Casalini.
In concomitanza di questo convegno ci sarà anche una rassegna concorso in piazza dei Martiri, la XXXII Ex Tempore di Scultura su Legno e le opere rimarranno esposte nel Cubo di Palazzo Crepadona per essere votate dal pubblico e saranno assegnati anche i premi Città di Belluno all’artista più votato dagli adulti e il premio Bambini. Oggi avverrà l’assegnazione dei premi con tema “Lo sguardo”, Stampa e FIDAPA assegnati dalle rispettive giurie.

Nel pomeriggio potremo goderci le belle maschere intagliate mentre vengono eseguite dagli artisti e scultori: la cornice sarà Piazza Martiri.
Anche se il tema non è dei più leggeri, tra una pausa breve in pasticceria (quella buona del centro) e una più lunga al ristorante, si riesce a riflettere sulla vita con serenità e cercando anche di godersela. L* è d’accordo e la nostra amica parigina apprezza lo stile italiano che mescola riflessione profonda sul tema e attaccamento ai piaceri della vita. Anche a Belluno.

Bruna Mozzi

 

Share

Comments are closed.