Sunday, 19 August 2018 - 22:49

Referendum.  D’Incà (M5S): “I veneti hanno risposto alla chiamata, ora subito al voto in Parlamento”

Ott 23rd, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Federico D’Incà, deputato

I veneti hanno risposto alla chiamata, questo referendum è un grande segno di identità, civiltà e cultura veneta. A dirlo è il parlamentare veneto del Movimento 5 Stelle Federico D’Incà, che da settimane sta portando avanti una doppia campagna referendaria per l’autonomia del Veneto e della provincia di Belluno.

“I veneti hanno risposto alla chiamata, i dati sull’affluenza sono un grande segno di identità e della cultura della gente di questa splendida regione – sottolinea D’Incà – perché, e su questo punto dobbiamo essere tutti d’accordo, questo è il referendum dei veneti”.

“Non è un referendum politico e non è neppure il referendum di un politico – ricorda l’esponente del Movimento 5 Stelle – chiunque si voglia intestare questa vittoria e mettersi in testa il corno dogale, il cappello da doge, non rispetta i veneti e il Veneto”.

“Ora subito al voto in Parlamento, entro la fine della legislatura – ribadisce il deputato bellunese – altrimenti vorrà dire che il Governo non vuole portarlo in aula, e significa anche che la cosiddetta “trattativa” con l’Emilia è una pagliacciata. Se accadrà, questa legge sarà uno dei primi punti del nostro Governo a 5 Stelle”.

“Comunque vada ora Zaia ha una grandissima responsabilità – avverte infine il parlamentare – ora deve dimostrare di avere la capacità di ottenere quel che i veneti gli chiedono di mettere sul piatto della trattativa. Il governo regionale deve coinvolgere tutte le forze politiche del consiglio regionale e gli enti locali. Anzi, prima di affrontare il bilancio in Regione occorre prendere di petto con il Governo di Roma le istanze che i veneti hanno a cuore”.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. La lega quando era al governo con tutto il centro destra se ne è guardata bene dal dare l’autonomia. La Puppato, Serracchiani e compagnia cantando dicono che il quorum di ieri è merito loro, però il governo PD questa mattina ha detto che la fiscalità non si tocca, della serie ….. “veneti, pigliatevelo nel culo”. Il Movimento 5 stelle tranne pochi personaggi, era per l’astensione o per il No. Cosa ci sarà mai da essere contenti. Bo!

  2. D’Inca ha un altro passo rispetto gli altri politicanti locali.