Thursday, 14 December 2017 - 22:57

Vaccini. L’Amministrazione comunale di Limana prende le distanze dal relatore Paolo Rossaro

Ott 11th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sanità

Con il patrocinio alla serata “Vaccini, il primo obbligo è informarsi”, l’Amministrazione comunale è voluta venire incontro alla richiesta di un gruppo di genitori, riuniti sotto la sigla “Libertà vaccinale Limana”, sulla possibilità di avere una pluralità di opinioni sul tema della vaccinazione e della recente legislazione in merito.

I temi della salute sono da sempre al centro dell’attenzione dell’Amministrazione comunale di Limana, che fin dal suo insediamento ha promosso numerose iniziative sui temi sanitari, in collaborazione con l’ULSS 1, associazioni ed enti competenti in materia. Ciò è stato fatto anche per quanto riguarda il tema dei vaccini: già nel 2016, in collaborazione con l’ULSS 1 di Belluno, il municipio di Limana ha ospitato una serata informativa dal titolo “Progettare salute: i vaccini tra mito e realtà”.

L’Amministrazione comunale conosce bene le disposizioni legislative in materia di vaccinazioni, ma ha ritenuto giusto dare spazio anche alle legittime perplessità di alcuni genitori su potenziali rischi legati alla somministrazione massiva di vaccini di varia natura su bambini in tenera età, patrocinando un incontro che doveva essere occasione di dibattito tra la popolazione. E’ compito di un’Amministrazione garantire la libertà di espressione, anche a delle controparti che possono non essere in linea con le gli orientamenti dell’Amministrazione stessa.

Al momento della richiesta di patrocinio non furono menzionati i relatori della serata, ma ci si accordò sulle modalità di svolgimento della stessa e sul tema portante, ovvero la volontà di portare spunti i più diversi possibili alla discussione pubblica sul tema. Ma la presenza come relatore di Paolo Rossaro, al centro di una delicata situazione professionale e penale va a vanificare l’intento iniziale di creare un dibattito civile e costruttivo su alcune tematiche già molto dibattute.

L’Amministrazione comunale ha già informato il gruppo “Libertà vaccinale Limana” che intende mantenere il patrocinio se l’incontro manterrà le caratteristiche e le modalità concordate inizialmente. Se verrà confermata la presenza dei relatori così come pubblicizzato, l’Amministrazione comunale si dissocia fin d’ora, e ritira il patrocinio. E’ stato in ogni caso consigliato al gruppo organizzatore di annullare l’evento, in considerazione dei toni fin troppo accesi che il dibattito ha già assunto.

Per garantire la pluralità di informazioni e opinioni sul tema dei vaccini, l’Amministrazione comunale sta già organizzando un incontro informativo in collaborazione con l’Ulss 1 Dolomiti, con la presenza di personale qualificato che potrà dare tutte le delucidazioni del caso sulla necessità e l’utilità delle vaccinazioni.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.