Saturday, 16 December 2017 - 22:34

Il Vajont oltre il Vajont. In rete il video con la storia di Erto e Casso raccontata da Mauro Corona

Ott 7th, 2017 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Il 9 ottobre non è solo ricordo di morte. A 54 anni dalla tragedia si invita ad andare oltre. Oltre la diga, barriera di cemento che ancora a terra ricordi e pene, oltre la memoria fatta di morte, di vite disperse, di paesi distrutti per guardare all’oggi. Erto c’è, è viva, è rinata grazie all’audacia, al coraggio e alla ribellione di chi pochi giorni dopo il disastro è tornato a occupare le proprie case, a riprendere possesso di quel che restava della propria terra. Oggi il paesino conta circa 300 abitanti, una piccola comunità viva e certa, oggi quanto ieri, che per esistere si debba resistere. Il video vuole raccontare questo. Vuole essere un invito per chi lo guarda a salire in auto, lasciare i parcheggi vicino all’immensa diga e salire a Erto e a Casso dove si trovano ristoranti, botteghe, eventi e una natura selvaggia. Tra i boschi e le valli si può incontrare silenzio, pace ma anche avventura, praticare il canyoning e l’arrampicata, esplorare il territorio attraverso le escursioni.

Il 9 ottobre, in occasione dell’anniversario del Vajont, nella pagina Facebook di Mauro Corona “Mauro Corona – official” verrà pubblicato il video, frutto di dieci giorni di riprese. Lo scrittore ertano suona l’armonica, passeggia tra le sue terre e intanto racconta quello che il Vajont è stato e cos’è oggi il suo paesino…

Il video sarà poi visibile nel portale ufficiale di Erto e Casso, all’indirizzo www.ertoecasso.it.

“Il portale, nato nell’estate 2016, funziona bene – spiega Matteo Corona, deus ex machina dell’operazione -. Solo nel mese di agosto ha totalizzato più di 1600 visite, un numero enorme per un piccolo paesino come Erto. A riprova di questo picco di interesse, facilitato proprio dall’aver messo a disposizione in un unico indirizzo internet tante informazioni relative al paese e alle sue attività, gli esercenti hanno notato un notevole aumento di clienti nei tre mesi estivi. I post dedicati a Erto, poi, quando vengono postati nella pagina Facebook “Mauro Corona – official” ottengono centinaia di migliaia di visualizzazioni.

Che dire? Pare sia stato centrato l’obiettivo. Il prodotto lo continueremo ad implementare anche per tenere alta l’attenzione degli utenti. Il 9 ottobre, proprio in occasione dell’anniversario del Vajont, verrà pubblicato un contenuto nuovo, inedito e di forte impatto. Servirà a far percepire quello che è stata la tragedia, per chi l’ha vissuta e per le generazioni successive, con occhi diversi.

Il resto sono progetti. L’iniziativa mi ha entusiasmato e ho tutta l’intenzione di estenderla ad altre piccole realtà del Friuli e del Veneto, paesini magari fuori dal grande flusso del turismo di massa ma che non di meno, anzi spesse volte di più, nascondono storie, angoli e bellezze inattesi. Sono convinto di come in montagna non si debba solo resistere ma anche esistere, farsi sentire e farsi ascoltare, proteggere con le unghie e con i denti territori difficili da vivere, vittime dello spopolamento e, a volte, dell’incuria. Il turismo sostenibile, in questa direzione, può fare molto. Quasi tutto, direi”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.